Vieri su Piatek: "Mi piace molto, è uno che ti fa mal"

Share

Vieri su Piatek:

L'ex attaccante è stato intervistato da "La Gazzetta dello Sport" e ha parlato di vari argomenti in generale, tra cui Inter, Juventus, Piatek e Cristiano Ronaldo, passando per la sua Atalanta: "Credo che l'Inter stia facendo un'ottima stagione, è in lizza per un posto in Champions ed è più solida rispetto agli altri anni". Mi piace molto, va in profondità, spacca la linea difensiva avversaria, fa reparto da solo. Per fortuna abbiamo il Mancio come c.t., uno bravo, che fa di testa sua, con la testa giusta. "Purtroppo in Italia si pensa che l'Inter e il Milan debbano sempre avere la forza per vincere lo Scudetto", queste le parole di Vieri. Il Milan ha due grandi centravanti, Piatek e Cutrone sono il top. Gasperini? È il miglior allenatore in Europa per i giovani. "Credo che in un paio d'anni possa colmare gran parte dell'attuale gap".

Passando all'Inter, Vieri espone la propria analisi: "continua a vivere di alti e bassi e comunque è ancora terza. Ci vuole tempo, ma in Italia non lo concedono". L'Atalanta? Hanno un gioco divertente e non mi sorprende che siano in alto in classifica. Inoltre, secondo "Tritolone", servono innesti di qualità, che abbiano già una bacheca importante. Juventus? Sono rimasto un anno lì ma devo ringraziare loro se sono diventato il giocatore che di cui tutti parlano. A questo punto, meno male che non è arrivato Modric, altrimenti chissà cosa si sarebbero inventati... "Negli ultimi cinque anni sia la Juve sia l'Atletico hanno disputato due finali di Champions...". Mi hanno introdotto nel grande calcio, ho appreso da campioni eccezionali, mi hanno fatto capire cosa servisse per affermarsi e confermarsi a certi livelli. Zaniolo, Chiesa e molti altri... "Il Mancio ci porterà lontano, ne sono certo".

QUAGLIARELLA IN NAZIONALE - "In Nazionale ci devono andare i migliori del momento, e Fabio segna più di tutti".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.