UBI Banca vede utile normalizzato 2019 sopra 2018, nuovo piano entro anno

Share

UBI Banca vede utile normalizzato 2019 sopra 2018, nuovo piano entro anno

UBI Banca ha chiuso il 2018 con un margine di interesse pari a 1,79 miliardi di euro, in salita dagli 1,63 miliardi del 2017. In una videointervista di commento al bilancio del 2018 il Chief Executive Officer dell'Istituto di credito, Victor Massiah, ha spiegato che considerato il nuovo scenario macro è consigliabile che il futuro nuovo Consiglio di Amministrazione di UBI Banca vari un nuovo piano industriale.

Al 31 dicembre 2018, il CET1 di gruppo si attestava all'11,7% phased in e all'11,34% fully loaded, (era rispettivamente l'11,79% phased in e l'11,42% fully loaded al 30 settembre 2018). Al netto delle componenti non ricorrenti, l'utile netto dell'ultimo trimestre si attesta a 41,8 milioni (38,5).

Il titolo si muove in netta controtendenza rispetto al settore bancario italiano: alle 10,30 il titolo cede 2,38% a 2,17 euro, mentre l'indice dei bancari guadagna 0,77%.

Nel quarto trimestre 2018, il risultato della gestione operativa si è attestato a 249,7 milioni, in crescita rispetto ai 205,2 milioni registrati nel terzo trimestre 2018 principalmente per effetto dell'incremento dei proventi operativi a 866 milioni (+53,2 milioni o +6,5% vs 3trim2018) e al contenimento dell'andamento stagionale degli oneri operativi, attestatisi a 616,2 milioni (+8,7 milioni vs 3trim2018) inclusa la contabilizzazione di oneri progettuali per 10,5 milioni non presenti precedentemente e maggiori oneri legali contabilizzati a fine anno relativi in particolare all'ambito crediti.

Su scala nazionale, il pericolo recessione e il diverso contesto di mercato rispetto a quanto atteso porteranno Ubi a un nuovo piano industriale. Per l'anno in corso sono attesi oneri operativi complessivi in ulteriore contrazione rispetto al 2018 e uno stock di crediti deteriorati in ulteriore importante contrazione rispetto al 2018, "sia grazie all'elevato livello dei recuperi che a seguito di ulteriori cessioni opportunistiche attualmente ancora allo studio".

L'utile normalizzato, in base al quale viene calcolato il dividendo proponibile, "è stimato in crescita nel 2019 rispetto al 2018".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.