Cagliari, Leverbe: "Voglio dare una mano e conquistarmi il riscatto"

Share

Cagliari, Leverbe:

"Io sono pronto e a disposizione, sono qui per fare quello che mi chiede il mister".

Modello? Non ne ho uno in particolare, ho alcuni idoli come Maldini e Bale ai tempi del Tottenham, ma cerco di rubare i segreti ai grandi giocatori.

La A è uno dei cinque campionati più importanti del mondo e sono contento di essere arrivato in una squadra dal passato importante, sono orgoglioso.

In miei problemi a inizio carriera mi hanno aiutato, ho avuto momenti difficili ma ho avuto tante persone intorno che mi hanno aiutato. Sono un giocatore del Cagliari ora, non mi sento di passaggio. "Ho una forte personalità, ma devo imparare ancora tante cose per poter crescere il più possibile". "Era una partita difficile, siamo tutti dispiaciuti per non aver portato a casa dei punti, siamo stati anche sfortunati". Le mie caratteristiche? Credo di averle fatte intravedere nello spezzone giocato domenica, ma non sta a me parlarne. Devo dare tutto in allenamento e se avrò possibilità di giocare darò tutto sul campo. Non sapevo di essere il primo giocatore che arriva alla A dall'Olbia, mi fa piacere.

Sono del 97 come Barella e Romagna, spero di arrivare al loro livello, soprattutto di Barella. Non posso dire un giocatore più dell'altro, siamo tutti uguali e mi auguro non ci saranno differenze tra noi difensori. "L'anno scorso ero a Olbia e ho conosciuto un po' Cagliari, conoscevo già la città e l'ambiente, perfetto per un professionista". Dal punto di vista emozionale è stato tutto molto forte, il calore dei tifosi quando sono entrato in campo l'affetto della gente si è sentito molto, non pensavo avrei provato queste emozioni.

"Dobbiamo lavorare tutti, i primi difensori sono gli attaccanti". Spero di diventare un terzino che possa essere ricordato positivamente. "Ho avuto modo di conoscere subito bene Fabio Pisacane, ma mi sto trovando molto bene con tutti". Sono davvero convinto che questo sia un bel gruppo e spero di arrivare tutti a raggiungere il risultato. Pellegrini ha scelto Cagliari anche per meriti di un ex giallorosso: "Prima di venire qui ho parlato con tante persone del posto e mi hanno detto che è una città bellissima e posso confermare".

"Nainggolan? Mi ha contattato lui appena è uscita la notizia del mio arrivo a Cagliari". Grande avversario, ma dovremo stare attenti a tutti il Milan che è in crescita. Queste persone mi hanno dato dei consigli che spero di sfruttare al meglio. Faremo del nostro meglio.

"Deciderà il mister se schierarmi titolare a San Siro contro il Milan".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.