Salvini, Polonia e Italia protagoniste nuova Europa

Share

Salvini, Polonia e Italia protagoniste nuova Europa

In sottofondo hanno intanto suonato le trombe, come da tradizione.

Un viaggio da parte del leader del Carroccio che una chiara missione da raggiungere: "Mi piacerebbe che ci fosse un'alleanza comune di chi vuole salvare l'Europa anche se puntiamo ad essere il secondo partito". Così il ministro dell'Interno Salvini in conferenza stampa a Varsavia col collega polacco. "Mi scuso per la lontananza degli ultimi anni e degli ultimi Governi", ha aggiunto Salvini ricordando che Italia e Polonia sono legate "da storia, cultura, economia". Sottigliezze che il suo scalmanato popolo di seguaci non riesce però a vedere.

Nel corso della sua visita, Salvini ha visto anche Jaroslaw Kaczynski, presidente e fondatore del Pis, il partito della destra populista - "Diritto e Giustizia" -, con cui per un'ora e mezza ha discusso delle prossime elezioni europee.

Quasi inutile ricordare come Kaczynski si richiami ad uno spiccato conservatorismo e ultrapatriottismo sfociato nel nazionalismo e in politiche restrittive delle libertà democratiche, iniziate a partire dal 2015 con "purghe" nella tv e nella radio di Stato e proseguite con la revisione della composizione della Corte Costituzionale, in violazione della Costituzione stessa, fino a mettere i giudici sotto il controllo dell'esecutivo.

"Io non autorizzo arrivi di migranti - ha detto Salvini".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.