Paolo Paoloni è morto: addio al Megadirettore galattico di Fantozzi

Share

Paolo Paoloni è morto: addio al Megadirettore galattico di Fantozzi

La santa notte di Natale era solito passarla in ufficio, perché per lui il lavoro era come preghiera. E' nato in Svizzera il 24 luglio del 1929 e si è spento oggi, 9 gennaio 2019, a Roma. La popolarità la raggiunge interpretando il Megadirettore Galattico, macchietta portata agli eccessi del capo di un'azienda, la Balabam. Caratterista italiano assai prolifico, ha preso parte a numerosi progetti in ambito sia cinematografico che televisivo. Infine, oltre che regista, è stato anche apprezzato attore teatrale.

Un direttore così Mega non l'ha mai avuto nessuna nazione. Paolo Paolini, per il ruolo in Fantozzi, verrà sempre ricordato con questo appellativo, 'megagalattico'.

La saga tragicomica di Villaggio ci ha regalato personaggi assurdi, specchi deformanti della realtà, così incisivi da risultare quasi veri: dal collega ruffiano e ciarlatano Calboni alla moglie meschina Pina, passando per dirigenti dittatori e dipendenti servili. Geniale, a dir poco. La sua carriera nel mondo dello spettacolo cominciò nel lontano 1968 quando fu scoperto da Luciano Salce, con cui ha esordito al cinema con La pecora nera. Risi, Monicelli, Steno, Argento, Deodato, persino Fellini ha voluto Paoloni nel suo E la nave va del 1983. Arturo De Fanti, bancario precario. Ma Paoloni è magistrale anche nel vessare il malcapitato Lino Banfi in Vieni avanti cretino, dove in una epocale scena in una toilette accusa il comico pugliese di essere un impenitente uranista.

L'ultima apparizione in un episodio di "Don Matteo".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.