Il decreto Banca Carige

Share

Il decreto Banca Carige

Il governo dunque interviene e fa scattare il salvataggio con un decreto legge approvato a tempo record. Sono queste le misure previste dal decreto Carige, varato lunedì sera dal governo per il salvataggio della banca genovese (LA STORIA DI CARIGE).

È di appena quattro miliardi di euro lo stanziamento iniziale per Banca Carige effettuato dal governo di quelli che non danno soldi alle banche.

In pratica, si tratterebbe di una ricapitalizzazione pubblica a scopo preucazionale.

Della cifra complessiva, 1 miliardo è destinato alla sottoscrizione di azioni della Banca al fine di rafforzarne il patrimonio e 300 milioni per le garanzie concesse dallo Stato sulle passività di nuova emissione e sull'erogazione di liquidità di emergenza. Garanzia di Stato sui bond, per capirci.

CONTE: "TUTELIAMO I RISPARMIATORI" - Due misure che, precisano da Palazzo Chigi, "si pongono in linea di continuità con il provvedimento di amministrazione straordinaria recentemente adottato dalla Banca Centrale Europea", e che hanno l'obiettivo "di consentire ai Commissari di assumere le iniziative utili a preservare la stabilità e la coerenza del governo della società, completare il rafforzamento patrimoniale dell'Istituto già avviato con l'intervento del Fondo Interbancario dei Depositi, proseguire nella riduzione dei crediti deteriorati e perseguire un'operazione di aggregazione".

Il decreto punta a "offrire le più ampie garanzie di tutela dei diritti e degli interessi dei risparmiatori della Banca Carige, in modo da consentire all'Amministrazione Straordinaria di recente insediata di perseguire in piena sicurezza il processo di consolidamento patrimoniale e di rilancio delle attività dell'impresa bancaria", sintetizzato il presidente del consiglio Giuseppe Conte con un accento sui risparmiatori che punta a segnare la distanza rispetto agli analoghi interventi del passato. Poche ore prima, l'incontro tra il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, e i tre commissari straordinari della banca ligure - Fabio Innocenzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener - commissariata dalla Bce lo scorso 2 gennaio.

Esulta il vicepremier e capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, sottolineando che "le banche italiane pagano il prezzo di un sistema di vigilanza della Bce che va dotato di strumenti rafforzati di controllo e di intervento". I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.