Francesco Asperti, miliziano italiano filo curdo morto in Siria

Share

Francesco Asperti, miliziano italiano filo curdo morto in Siria

Un italiano è morto mentre combatteva in Siria contro lo Stato Islamico, lo comunicano le Ypg le milizie curde di difesa popolare. L'uomo di circa 50 anni, noto col nome di battaglia di "Hiwa Bosco", è stato "martirizzato in uno sfortunato incidente mentre era in servizio a Derik", nel governatorato nord-orientale siriano di Al Hasakah, il 7 dicembre scorso, riferiscono le forze curde sul proprio sito web. A dare la notizia - riportata dall'Agenzia Nova e da alcuni connazionali in passato impegnati nei combattimenti contro Daesh - sono state le YPG (Unità per la protezione dei popoli), milizia curda siriana. La notizia è stata subito ripresa da uno dei 5 ragazzi torinesi per i quali la procura di Torino ha chiesto una misura preventiva di sorveglianza speciale. Il consolato a Erbil sta seguendo il caso ed è in contatto con i familiari.

"Durante tutta la sua partecipazione alla lotta contro l'Isis nel Kurdistan siriano e nel nord della Siria, Hiwa Bosco è stato un esempio di vero rivoluzionario e ha sempre agito sulla base di questi valori fino all'ultimo momento della sua vita", si legge sempre sul sito delle Ypg.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.