F1 Ferrari: Wehrlein verso il ruolo di tester

Share

F1 Ferrari: Wehrlein verso il ruolo di tester

Nel 2018 Antonio Giovinazzi e Daniil Kvyat hanno lavorato con ottimi risultati al simulatore tanto da guadagnarsi un posto da titolare con Sauber e Toro Rosso nella prossima stagione.

Nelle stagioni da terzo pilota Mercedes F1, Wehrlein si è sobbarcato il maggior carico di lavoro nella raccolta dati sullo sviluppo delle nuove gomme Pirelli, vasta esperienza di tester che si tramuterà, adesso, in compiti "virtuali", impegno al simulatore che ha permesso spesso alla Ferrari di trasformare il rendimento incerto espresso nelle libere del venerdì sui campi di gara in prestazioni da pole al sabato. A corrispondere perfettamente alle caratteristiche dell'identikit ricercato è Pascal Wehrlein, il quale nelle scorse ore è stato avvistato in fabbrica per programmare l'impegnativo lavoro che lo attenderà durante l'anno.

PISTA RUSSA Al fianco di Wehrlein servirebbe però un altro pilota.

Mentre si attende che l'accordo tra le parti venga annunciato in maniera ufficiale, Wehrlein è nel frattempo volato a Marrakech, dove nel prossimo week-end sarà impegnato nella seconda prova stagionale di Formula E con la vettura del team Mahindra, dopo essere stato costretto a saltare il primo round in Arabia Saudita proprio perchè ancora sotto contratto con Mercedes. Si è fatto il nome di Brendon Hartley, neozelandese scartato dalla Toro Rosso, che sarebbe interessante anche in ottica Endurance, ma le indiscrezioni sono state seccamente smentite, perciò prende piede l'ipotesi che un secondo test driver potrebbe rispondere al nome di Sergey Sirotkin, fresco di addio alla Williams per far posto a Robert Kubica. Il russo ha alle spalle lo sponsor SMP racing, che non è nuovo a collaborazioni con la Ferrari, sia nel WEC che nelle Blancpain Series.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.