Claudio Baglioni dice che sui migranti "siamo alla farsa"

Share

Claudio Baglioni dice che sui migranti

Al gran cerimoniale dell' Ariston manca ancora un mese ed è già bufera. Proprio nei giorni in cui la Rai sta rendendo noti i numeri della scorsa edizione, elogiando Baglioni per il successo conferito alla sua prima direzione artistica del Festival, il cantautore romano che anche quest'anno si occuperà della direzione e presentazione di Sanremo è già sotto accusa. "Ci sarebbe da ridere se la situazione non fosse drammatica, " le parole del cantante.

Nelle varie apparizioni pubbliche l'abbiamo ammirata con abiti lunghi a sirena, spacchi vertiginosi e anche pantaloni di taglio maschile, tutti portati con la classe innata propria di chi valorizza gli abiti, non ne viene valorizzata. E nel "Paese incattivito e rancoroso", come lo ha definito Baglioni, Sanremo si annuncia più complicato del solito. Questo, in sintesi, il Baglioni pensiero.

E si fa avanti una ipotesi di "fantapolitica che vuole regista occulto nientemeno che Silvio Berlusconi, il quale secondo questa ricostruzione ordina sistematicamente ai suoi di attaccare Matteo Salvini ovunque possa essere attaccato, persino all'Ariston questo per spingere il suo ex alleato a tornare a casa". Un attacco che avrebbe provocato imbarazzo tra i vertici di Rai 1. Silenzio dall' ad Salini. Ora il direttore artistico si trova trascinato dentro le polemiche, la 'colpa' è aver risposto a una domanda in conferenza stampa, mettendo in chiaro la sua posizione sull'emergenza migranti, vicenda che da sempre segue con attenzione anche con l'iniziativa 'O' Scià' a Lampedusa.

Il web si divide. "Gli altri sono pericolosi, li guardiamo con sospetto. A proposto delle sue parole pronunciate di recente, andrebbero lette tutte, non bisogna fermarsi ai titoli".

Inviamo mail in continuazione per chiedere conto del conflitto di interessi di Baglioni, chiamando in causa anche Bisio visto che sono insieme a condurre la trasmissione della RAI. Il giorno dopo le affermazioni sui migranti e sui politici (passati e presenti) del direttore artistico del festival Claudio Baglioni, il dibattito, tutto politico, continua a tenere banco anchesui social . Il presidente Barachini è ancora in ferie? "La furia del TgLega abbatte anche ogni logica giornalistica e professionale", ha scritto su Twitter il segretario della commissione di Vigilanza Rai. Giampaolo Rossi, membro del Cda Rai eletto in quota Fratelli d' Italia, non risparmia critiche al direttore artistico: "Credo che sia stato completamente fuori luogo rispetto al contesto in cui si trovava".

Claudio Baglioni, decisione dura dopo le sue parole sul Governo Lega - 5 Stelle: niente più Sanremo per lui. "Quello che penso lo dirò al momento opportuno".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.