Un bicchiere di vino al giorno fa bene

Share

Un bicchiere di vino al giorno fa bene

Da una parte c'è chi sostiene che l'alcol faccia male, a qualsiasi dose e dall'altra c'è invece chi ritiene che un po' alcol non faccia male. Lo studio su vino e salute: un team di ricerca internazionale guidato da scienziati italiani delI'IRCCS NEUROMED di Pozzilli (Isernia) ha stabilito che chi beve un bicchiere di vino al giorno ha meno probabilità di un astemio di essere ricoverato in ospedale.

Un bicchiere di vino al giorno riduce ricoveri.

L'indagine, condotta su un cluster di 21 mila persone seguite per circa 6 anni, mette in relazione il consumo di vino con i ricoveri ospedalieri.

Uno studio del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell'I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli, in collaborazione con il Dipartimento di Nutrizione dell'Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston, evidenzia che le persone che consumano alcol moderatamente (il classico bicchiere di vino al giorno), nel quadro generale di un'alimentazione che segua i principi mediterranei, hanno un rischio minore di essere ricoverate in ospedale rispetto a chi beve in modo elevato, ma anche rispetto agli astemi. Si tratta di una ricerca piuttosto interessante, che ha fatto parte di un progetto chiamato Moli-sani che è stato avviato nel 2005 e che ha avuto soltanto un obiettivo, ovvero quello di far emergere delle associazioni statistiche tra fattori ambientali e genetici, così come patologia che si trovano alla stregua del cancro e delle malattie cardiovascolari nei cittadini del Molise. Ex bevitori e astemi hanno invece registrato tassi più alti per tutte le cause e per problemi vascolari rispetto a chi beveva responsabilmente. Il che conferma il grave danno per la salute che viene dal bere in eccesso. L'esperto chiarisce: "Non stiamo assolutamente dicendo - avverte Giovanni de Gaetano, presidente dell'Irccs Neuromed - che un astemio dovrebbe iniziare a bere per proteggere la sua salute". Infatti, inserite in una dieta mediterranea, accompagnata da uno stile di vita sociale, queste bevande, se assunte con moderazione, non hanno alcun effetto negativo sull'organismo. "Il nostro studio conferma quanto l'alcol in eccesso possa pesare sulle strutture sanitarie, e quindi l'urgenza di affrontare il problema, ma - conclude Iacoviello - conferma ed estende anche le nostre osservazioni precedenti che il consumo moderato di alcol si associa a una riduzione del rischio di mortalità indipendentemente dal tipo di malattia".

Gli effetti dell'alcol sulla salute pubblicaInoltre, Licia Iacoviello, responsabile del laboratorio di Epidemiologia molecolare e nutrizionale del Neuromed e docente di Igiene e salute pubblica all'Università dell'Insubria di Varese, ricorda che l'analisi effettuata sul rapporto tra il bere e i ricoveri ospedalieri è molto importante per spiegare l'impatto che ha l'alcol sulla salute pubblica, con i ricoveri ospedalieri che hanno una forte incidenza sul bilancio del sistema sanitario.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.