Tumore nello scheletro trovato in una Necropoli del Catanese

Share

Tumore nello scheletro trovato in una Necropoli del Catanese

I resti, appartenenti a un uomo di circa 35-40 anni, hanno riservato una sorpresa, visibile anche grazie alla frammentazione già avvenuta in antico del cranio e che ha permesso di notare un'alterazione all'interno del seno frontale destro.

I dettagli della scoperta.

Scheletro del I secolo d.C. malato di cancro: questa è stata la scoperta shock di un gruppo di scienziati. "A differenza di quanto si sente spesso ripetere, il cancro è una malattia antichissima e non il prodotto esclusivo della modernità".

Tante sono le personalità che hanno lavorato per la realizzazione della scoperta, un approccio multidisciplinare, che abbraccia diverse discipline.

Il cancro è una malattia antichissima: straordinaria scoperta in Sicilia lo dimostra

Siamo solo agli albori di un progetto molto più grande che ha attirato la partecipazione di molti enti e ricercatori siciliani, il Sicily Paleopathology Project. Proprio lui ha dichiarato: "Si tratta di una scoperta eccezionale che arricchisce il corpus di nozioni paleo-oncologiche". Per la prima volta in paleopatologia, infatti, si conferma la presenza di un osteoma osteoide, grazie all'utilizzo di Raggi X, Tac e istologica.

Lo scheletro è stato sottoposto anche ad un'analisi chimica, attraverso datazione al radiocarbonio (C14). Questo ha consentito al team di dare una indicazione in merito al periodo compreso tra il 420-540 d.C.

Lo studio è stato presentato, nello scorso mese di agosto durante l'ultimo congresso della Paleopathology Association a Zagabria ed è stato accettato per la pubblicazione in una prestigiosa rivista medica specializzata internazionale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.