Scagionati i telefoni cellulari, non causano il tumore al cervello - Salute & Benessere

Share

Scagionati i telefoni cellulari, non causano il tumore al cervello - Salute & Benessere

I cellulari non causano tumori al cervello, non ci sarebbe dunque una relazione diretta tra l'uso dei dispositivi mobili e lo sviluppo della malattia: a dimostrare è uno studio australiano che ha preso in analisi 20 anni di diagnosi, intitolato "Mobile phone use and incidence of brain tumour histological types, grading or anatomical location: a population-based ecological study", è stato pubblicato sulla rivista BMJ Open, vediamo i dettagli. "I tassi di tumori cerebrali sono rimasti piuttosto stabili nei decenni e non sono aumentati tipi specifici di tumori cerebrali", scrive il responsabile della ricerca, l'esperto di radiologia Ken Karipidis dell'Arpansa.

In realtà gli studi hanno evidenziato un aumento di casi di glioblastoma fra il 1993 e il 2002, ma i ricercatori lo spiegano con i miglioramenti diagnostici resi possibili dalla tecnologia MRI. "Non c'è stato aumento neppure di gliomi del lobo temporale, che è la posizione più esposta alle radiazioni". Le reti di quinta generazione (5G) che si stanno estendendo in molti paesi, promettendo maggiori velocità, non devono quindi essere causa di preoccupazione, sottolinea lo studioso. "L'esposizione più forte è stata alcuni anni fa con i telefoni analogici, perché non vi erano in giro molte antenne di telefonia mobile".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.