Rimini, muore a dieci anni per le conseguenze di una peritonite

Share

Rimini, muore a dieci anni per le conseguenze di una peritonite

Non ce l'ha fatta Federico Fangarezzi, bimbo di dieci anni morto domenica scorsa all'ospedale Infermi, dove i medici hanno fatto il possibile per salvargli la vita.

Era stato ricoverato all'Ospedale Infermi di Rimini il 13 dicembre, con febbre molto alta. Tutta la città di Rimini è sconvolta per l'accaduto. Nonostante questo, i genitori sono riusciti a prendere una decisione coraggiosa: la donazione degli organi del bambino.

Ma proprio nel breve percorso da casa all'ambulanza, quando si trovava sulle scale, Federico sarebbe stato colpito da un arresto cardiaco: l'immediato intervento degli operatori avrebbe permesso di evitare il peggio; purtroppo però durante il trasporto il piccolo sarebbe stato colpito da un secondo arresto cardiaco. Un paziente di Modena ha ricevuto il fegato, mentre i reni sono stati trapiantati a Milano e Treviso. Le cornee sono state prese in consegna dalla banca regionale delle cornee in attesa del trapianto. All'inizio i i medici pensavano ad una forma di influenza virale. Purtroppo dopo poco tempo le condizioni del ragazzino sono precipitate.

"Federico mi manca terribilmente, fino all'ultimo istante abbiamo sperato che potesse farcela. Nel dramma che ci è capitato, abbiamo voluto aiutare altre persone" ha continuato il padre del bambino. La famiglia Fangarezzi è molto conosciuta a Rimini. In tanti hanno partecipato alla veglia di preghiera organizzata per ricordare Federico.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.