Entro il 2021 la nuova Mercafir a Castello

Share

Entro il 2021 la nuova Mercafir a Castello

In particolare, in seguito all'approvazione (risalente al 7 Novembre scorso) della variante al piano urbanistico esecutivo, è stato ufficialmente dato avvio al progetto che porterà alla costruzione della nuova cittadella del mercato ortofrutticolo. L'intervento riguarda una superficie utile lorda di oltre 65mila mq, di cui 28mila con destinazione industriale-artigianale, 30mila mercato ortofrutticolo, 3mila commerciale e 4mila direzionale privato.

Comunque la nuova Mercafir consente la liberazione dei terreni dove sorge attualmente il mercato ortofrutticolo a Novoli, ovvero laddove dovrebbero sorgere il nuovo stadio con Cittadella Viola annessa. Il sindaco Dario Nardella è stato categorico ieri alla presentazione del progetto per il nuovo polo agroalimentare, commissionato da Mercafir a Open Project, un'operazione da 70 milioni.

Nardella ha poi precisato che "il destino della Mercafir è indipendente dal futuro della nuova pista dell'aeroporto".

"Un bellissimo progetto - ha detto l'assessore Bettarini - che contiene lo sviluppo della parte tradizionale della Mercafir e l'innovazione nella parte hub, educativa e di rapporto con la cittadinanza". "C'è la sostenibilità economica con in prima linea l'azienda è il Comune aiuterà se sarà necessario. Garantiremo lo sviluppo delle tante aziende che già oggi lavorano all'interno del mercato e il sostegno alle centinaia di lavoratori". "Il polo avrà un nome nuovo rispetto a Mercafir e non solo replicherà tutti i servizi che eroga l'attuale polo ma verrà arricchito con altri servizi per un impatto anche sociale e andrà studiato il modo di trasferimento della filiera verso ristoranti ecc ottimizzando la movimentazione verso la città".

Sarà avviato anche un progetto di educazione alimentare per i più piccoli, fatto di orti, laboratori e spazi didattici e sostenuti dalle start up del settore agroalimentare attive sul territorio. In base all'attuale dimensionamento della struttura Mercafir, l'opzione proposta presuppone un potenziale incremento del 20% in termini sia di superficie disponibile che di opportunità di traffico merci processato. "Il progetto si farà a prescindere dalla realizzazione dell'aeroporto, perché è compatibile con i piani di rischio dell'attuale e della nuova pista".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.