04:00 - F1, Montezemolo: "Hamilton con Ferrari avrebbe vinto"

Share

04:00 - F1, Montezemolo:

"Alla fine di questa stagione la squadra è molto diversa da quella di fine 2014".

Così ai microfoni di "La Politica nel Pallone", sulle frequenze di GR Parlamento (Radio Rai): "Credo che l'Hamilton visto quest'anno avrebbe vinto con la Ferrari". Su Alonso: "È uno dei migliori, con un carattere non certo semplice".

L'inizio di stagione con le prime due gare vinte da Vettel aveva un po' illuso ma poi qualcosa non ha funzionato: "Sono sempre stato dell'idea di tenere la squadra unita, si vince e si perde tutti insieme". Poi, tra errori e maggiore competitività della concorrenza, si è dovuto arrendere. Forse sta vivendo un momento diciamo di frustazione ma bisogna sostenerlo, specie con l'arrivo di un giovane (Leclerc) che mi sembra molto valido e fa pochissimi errori, è un ragazzo che ha un grande futuro. A Niki voglio molto bene, è stato importantissimo nella storia della Ferrari, intelligente e sempre vicino alla squadra. "Peccato che non abbia avuto una macchina all'altezza per le mani negli ultimi anni". C'è chi incolpa il pilota tedesco del mancato successo della Ferrari. "Dico questo non per sminuire Vettel, che ha tutte le opportunità di ottenere una rivincita con un'auto competitiva", ha aggiunto l'italiano. "La Ferrari quest'anno ha fatto una buona macchina, in alcune situazioni anche superiore alla Mercedes, ma è mancata la zampata finale, ha rincorso spesso il mondiale negli ultimi quattro anni, in certi momenti c'è stata la sensazione che potesse vincere, ma non è avvenuto e la cosa che mi è spiaciuto di più e vederla battuta già a due-tre gare dalla conclusione". Guardando al bicchiere mezzo vuoto, José Mourinho non avrebbe difficoltà ad etichettare il campionato 2018 della Rossa come l'ennesimo da 'zeru tituli'.

Effettivamente l'ex Presidente della Rossa ha ragione da vendere nel sottendere che il Lewis Hamilton visto in pista quest'anno abbia corso in uno stato di grazia particolare: statistiche alla mano, l'inglese ha collezionato ben 408 punti su un totale di 525 disponibili, contando un quinto posto come risultato peggiore. "Meno di zero." ha concluso Montezemolo.

Ricordiamoci poi che in Formula 1 non si possono sovrapporre gli effetti e quindi non si può pensare a mo' di "quello che funziona da una parte automaticamente funzionerà dall'altra": nel nostro caso, non è garantito (o non è garantibile a priori) che la Ferrari fosse in grado di offrire le stesse sinergie tecniche dell'AMG Mercedes a Lewis, permettendogli di essere in una condizione dominante in pista.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.