Upb: "Con "quota 100" pensioni più basse anche del 30%"

Share

Upb:

Questo è quanto è emerso dallo studio effettuato dall'Ufficio Parlamentare di Bilancio che ha provato a simulare gli effetti che la misura avrebbe una volta entrata in vigore. Per Upb, è la legge di bilancio nel complesso che presenta "incertezze insite sui conti". Il grafico in apertura mostra l'andamento della spesa per le pensioni degli italiani (linea blu del grafico, scala di sinistra): nel 2015 il costo degli assegni era pari al 15,7% del Pil ma nel 2025 sarà il 15,8% e nel 2025 il 16,7%.

Un taglio del 30%, in pratica un ridimensionamento di un terzo delle aspettative sull'assegno di pensione, non una rinuncia che si fa a cuor leggero.

Pensioni quota 100: e se non fosse un affare?

IL FOCUSROMA In pensione prima, ma con un assegno più basso. E proprio nel giorno in cui lo stesso istituto di statistica ha fatto sapere che a settembre la produzione industriale è calata dello 0,2 per cento su base mensile (+1,3% il dato annuale) Franzini ha osservato come per centrare l'obiettivo di una crescita dell'1,2 per cento a fine 2018 occorrerebbe un +0,4% nel quarto trimestre.

In caso di anticipo solo di un anno o di oltre quattro anni.

Ricordiamo che la quota 100 è finanziata dalla manovra (6,7 miliardi nel 2019 e 7 miliardi a partire dal 2020) che però rimanda a un successivo provvedimento legislativo la regolamentazione.

"Non ci saranno penalizzazioni su quota 100 per le pensioni". Perché "io non credo che Salvini, il primo promotore della revisione della Fornero, possa accettare che ci va in pensione prima riceva anche meno".

La platea riguarderebbe per il 43% dipendenti privati (220.000 persone) e per il 36% dipendenti pubblici (oltre 156.000). Tale misura non dovrebbe in qualche modo a penalizzare alcuna categoria di lavoratori e questo metodo di calcolo applicato dovrebbe essere poi adottato anche per tutte le pensioni.

Ape sociale 2019 a chi spetta? Si comincera' all'inizio del prossimo anno.

18 mesi per le lavoratrici autonome. Fra l'altro, bisogna attendere di capire come saranno disegnati i futuri provvedimenti, in particolare, se verranno previste limitazioni (divieto di cumulo con quello da lavoro, finestre di uscita, perdita contributi figurativi, ricalcolo contributivo). Si legge infatti che "l'andamento dell'Azienda Italia avrà un effetto importante sulle pensioni degli italiani, soprattutto su quelle dei giovani". "Il reddito di cittadinanza aiuterà anche ad aumentare le pensioni di invalidità e le minime".

Ma le brutte notizie non riguardano solo la riforma delle pensioni.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.