Ritrovamento frammenti ossei. Card. Parolin: le cose si fanno con trasparenza

Share

Ritrovamento frammenti ossei. Card. Parolin: le cose si fanno con trasparenza

Ancora poche certezze, dunque, mentre il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, precisa: "Da parte della Santa Sede non è stato fatto alcun collegamento con Emanuela Orlandi". Foto inedite, che lo vedono in compagnia di altre persone tra cui due donne, di cui una molto appariscente: la collaboratrice di giustizia Sabrina Minardi, in passato, aveva rivelato che Marcinkus - il cui nome è stato tirato in ballo per la scomparsa di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori - tramite Renatino De Pedis, boss della banda della Magliana, frequentava delle ragazze. Interpellato sul motivo per cui la Segreteria di Stato, in occasione del ritrovamento delle ossa, abbia immediatamente avvertito la Procura di Roma, il cardinale Parolin ha spiegato: "Per ragioni semplicemente di trasparenza, perché non ci siano recriminazioni sul fatto che la Santa Sede abbia tenuto nascosto qualcosa". "Mia figlia è sparita 24 anni fa, di lei non abbiamo avuto più nessuna notizia - dice il padre di Alessia, sparita nel 1994 - Nessuno si ricorda più di lei, è come se fosse sparita nel nulla, o come non fosse mai esistita". I resti infatti sono stati rinvenuti durante alcuni lavori di ristrutturazione di un locale annesso alla Nunziatura Apostolica di via Po e è stato lo stesso Vaticano a chiedere aiuto alle autorità italiane per accertare le identità dei defunti. Bisogna sapere di cosa si tratta: "se sono ossa di 200 anni fa è una cosa, se sono ossa di qualche anno fa è un'altra".

E sulle ossa sepolte sotto il pavimento di una dependance della Nunziatura apostolica a Roma, intanto, è arrivata la conferma di quanto già emerso nei giorni scorsi. Secondo fonti qualificate, appartengono a due persone diverse. Una conclusione a cui si è arrivati dopo gli esami medico-legali svolti sui resti nei laboratori della polizia scientifica. L'esame esterno però non ha permesso di stabilire sesso ed età con certezza. Conclusi gli esami medico-legali, domani inizieranno quelli per estrarre il Dna, attraverso una procedura che prevede il taglio e la successiva polverizzazione delle ossa. Una volta ottenuto il codice genetico si provvederà alla comparazione.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.