Lutto nel mondo Marvel: addio a Stan Lee

Share

Lutto nel mondo Marvel: addio a Stan Lee

Ha continuato creando icone come Spider-Man, Black Panther, Hulk, gli X-Men, Iron Man e The Avengers.

La cosa era diventata nel tempo una tradizione, a cui nè i produttori nè gli stessi fan avrebbero voluto rinunciare: insomma, un film Marvel non sarebbe completo senza un cammeo di Stan Lee. Ma non solo. Perché Stan Lee è anche l'uomo che ci ha insegnato che da grandi poteri, derivano grandi responsabilità, e mai come in questi tempi, una lezione del genere ci dovrebbe tornare utile. Attraverso i fumetti, i film e la tv il suo universo, l'universo Marvel, ha conquistato il mondo.

Stan Lee, il riformatore, il grande padre della Silver Age dei supereroi americani, lascia dietro di sé un vuoto incolmabile. I personaggi di Lee, a tutto tondo, piu' moralmente complessi, contribuirono a un revival nel moribondo mondo del fumetto dopo che negli anni Cinquanta i comics erano stati messi sul banco degli imputati dal Senato americano con l'accusa di aver contribuito alla criminalità giovanile.

Nella sera del 12 novembre è scomparso Stan Lee, il fondatore, presidente ed editor in chief di Marvel Comics, la Casa delle idee. La figlia del fumettista non ha svelato quali siano i superpoteri del personaggio, ma avranno presumibilmente a che fare con la sporcizia e la spazzatura.

Stan Lee rimase sempre il volto pubblico più conosciuto della Marvel, passando attraverso i periodi più accesi della "guerra" con la rivale DC Comics e i diversi cambi di proprietà. Aveva poi denunciato il suo manager e chiesto un ordine di protezione nei confronti di un uomo che gestiva i suoi affari.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.