La gaffe di Di Maio: il presidente cinese diventa "Ping" VIDEO

Share

La gaffe di Di Maio: il presidente cinese diventa

"L'impressione sul discorso del 'presidente Ping' è sicuramente un discorso di apertura ai mercati, all'import grazie anche a questa fiera e legata a un contesto economico mondiale nel quale noi vogliamo essere protagonisti".

Probabilmente il ministro italiano non sa, che in Cina, il cognome viene prima del nome e così il presidente cinese Xi Jinping, abbreviabile in "Xi", diventa invece "Ping". Poi chiamandolo nuovamente "Ping" durante una conferenza stampa. Di Maio stava parlando, tra l'altro, del reddito di cittadinanza e della riforma delle pensioni "a quota 100", annoverando le due misure nel "quadro dell'innovazione del Paese", con lo Stato in un nuovo e importante ruolo nell'economia. Il traduttore cinese ha corretto l'errore, facendolo sparire.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.