Juventus, Allegri: "Guai a cali di tensione. Champions? Barça favorito"

Share

Juventus, Allegri:

Tuttomercatoweb segue live l'appuntamento, in scena alla 12. "Chiedo di vincere la partita - le prime parole del tecnico -".

Il tecnico bianconero apre la tradizionale conferenza della vigilia tornando sulla partita di Empoli e ammette: "Abbiamo avuto delle difficoltà oggettive, vincere non è mai semplice". Non possiamo perdere punti: "Napoli e Inter sono dietro". Inter e Napoli ci sono dietro. Ci vuole più concentrazione, possiamo mettere a rischio il titolo con questi cali di tensione. Saranno tre gare in una settimana: Cagliari, Manchester United e Milan.

Ronaldo è imprescindibile per la Juventus? Noi abbiamo Dybala e Mandzukic, che segnano. "Aspettiamo i gol dei centrocampisti e dei difensori, soprattutto su palla inattiva". "L'anno scorso avevamo fatto più gol da palla inattiva, quindi dovremo migliorare su questo aspetto". E' la squadra che corre di più nel campionato ed è pericolosissima in area. Dobbiamo vincere e prepararci alla gara di mercoledì. "Insieme a Bernardeschi, Chiesa, Romagnoli, Rugani e altri sarà sicuramente il futuro di una Nazionale che ha ricominciato a far bene". Chiellini e Bernardeschi out. "Inter e Napoli perdono pochi punti, non dobbiamo pensare a quanto fatto, ma guardare avanti". Mandzukic è un po' che è fuori, sta bene, aveva bisogno di rifiatare per recuperare energie a livello mentale. Ci vuole anche un pizzico di fortuna però dico che possiamo ambire a vincere la Champions. In difesa rientrano Cancelo e Bonucci poi devo capire chi schierara come uno dei due centrali e a sinistra devo decidere se far giocare De Sciglio o Alex Sandro. Quest'anno, la candidata a vincere la Champions è il Barcellona.

MOMENTO BERNARDESCHI - "E' tornato dalla Nazionale con un problema alla gamba". La Juventus ha giocato due finali di Champions negli ultimi quattro anni e non è poco e nelle altre due Champions è stata eliminata dopo aver vinto una grande partita a Madrid e dopo aver pareggiato il Bayern e aver ribaltato il risultato dell'andata a Monaco. "Ma ora ho deciso di farlo riposare e riprendere completamente". Da vicino invece Dybala e Pjanic. Cosa devo rispondere? È un grandissmio giocatore che ha ancora moltissimi margini di miglioramento, ha una carriera davanti e ha da raggiungere il massimo della maturazione.

Si sente l'allenatore più privilegiato del mondo o più sotto pressione del mondo? Pjanic e Matuidi giocano. "Ho una rosa importante, che a seconda dei momenti e delle situazioni mi permette di variare". In campionato serve più attenzione. Perciò dobbiamo avere sempre grande rispetto e concentrazione.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.