India, eliminata la tigre che ha sbranato 13 umani

Share

India, eliminata la tigre che ha sbranato 13 umani

Era sospettata di avere ucciso almeno 13 persone nello stato indiano di Maharashtra. Ne dà notizia la Bbc. Le autorità indiane non hanno voluto correre rischi e alle preoccupazioni degli animalisti la Corte Suprema aveva replicato spiegando che non avrebbe avuto nulla in contrario se, in stato di necessità, la squadra di ricerca fosse stata costretta ad abbattere l'animale. Uccidendola. Ad agosto la tigre e due suoi cuccioli di nove mesi avevano ucciso tre persone attorno alle città di Pandharkawada, terrorizzando i 5mila residenti.

Per uccidere la tigre "mangiatrice di uomini", era in corso da tre mesi una complessa operazione di caccia che ha coinvolto quasi 200 persone, fra cui un cecchino e un cacciatore esperto.

Per catturare l'animale i ranger hanno installato nella zona un centinaio di trappole e hanno cercato di attirarla con sagome di cavalli e capre e spargendo bottiglie di un profumo che contiene un particolare feromone. La caccia è terminata quando una pattuglia di ranger è riuscita a intercettare T-1. Secondo le autorità forestali, l'animale sarebbe stato colpito prima da un dardo intriso di sostanza tranquillante, perché l'intento non era quello di ucciderlo. Ma T-1 avrebbe reagito e attaccato la jeep dei ranger e per questo è stata abbattuta con un colpo sparato a una decina di metri.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.