Formula 1, Rob Smedley lascia la Williams

Share

Un rapporto che terminerà a fine 2018, sul quale Claire Williams commenta: "E' stato un piacere avere Rob nel nostro team negli ultimi 4 anni e ci mancherà, personalmente e professionalmente".

Nonostante al momento non si veda luce in fondo al tunnel, Smedley è comunque convinto che la squadra riuscirà a risollevarsi;nelle prossime annate anche senza il suo appoggio: "La Williams è una scuderia molto speciale nel circus della F1, sono certo che con il talento che;abbiamo qui andranno avanti e faranno cose ancora migliori". La notizia, emersa oggi, va ad aggiungersi agli altri due addii, quello di Dirk de Beer e quello di Ed Wood. Arrivato a Grove nel 2014 come responsabile della ricerca delle prestazioni, il pubblico italiano lo ricorda soprattutto per i suoi trascorsi in Ferrari come ingegnere di pista di Felipe Massa, che poi aveva seguito alla stessa Williams.

CON MASSA Smedley è arrivato nel 2014 e ha dato un contributo fondamentale nella rinascita del team britannico che assieme a lui ha centrato il terzo posto nel campionato marche nel 2014 e 2015 e il quinto nel 2016 e nel 2017. In questo periodo ha contribuito il modo significativo, dal suo ruolo, nel team. Il team è cambiato molto dal mio ingresso nel 2014, ed è stato un piacere aver giocato un ruolo importante in questo cambiamento. "Non vedo l'ora di passare più tempo con la mia famiglia prima di decidere sulle opportunità future". Williams rimarrà sempre nel mio cuore, ma dopo vent'anni nel mondo dei motori penso sia il momento giusto per valutare la prossima mossa.

"Rob è da molto tempo nello sport e comprendiamo appieno e rispettiamo la sua decisione di prendersi del meritato tempo da trascorrere con sua moglie e i suoi ragazzi". "Gli auguriamo tutto il meglio e lo ringraziamo per il tempo, la passione e lo spirito combattivo che ha regalato a Williams", ha aggiunto.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.