Batterio killer, lettere a 10mila pazienti per nuovi test - Salute & Benessere

Share

Batterio killer, lettere a 10mila pazienti per nuovi test - Salute & Benessere

La Regione Veneto ha contattato almeno 10mila pazienti, operati nelle cardiochirurgie, a causa di un batterio killer presente all'interno di alcuni macchinari; è in arrivo una lettera che avverte del rischio e che illustra come potersi difendere da possibili infezioni. Lo scopo sarà valutare eventuali approfondimenti clinici sul batterio presente in uno strumento per la cardiochirurgia malfunzionante. Su oltre 30 mila interventi chirurgici eseguiti dal 2010 presso le Cardiochirurgie della Regione Veneto, sono stati individuati 14 casi di infezione, di cui 6 decessi. A scriverlo in una nota è la Regione Veneto che ha riunito un Gruppo tecnico regionale per la prevenzione e gestione delle infezioni in soggetti sottoposti a intervento cardiochirurgico. La task force è stata istituita per affrontare la vicenda del Mycobacterium chimaera, il "batterio killer" contenuto nei macchinari dell'azienda LivaNova che ha già fatto diverse vittime.

Migliaia di pazienti riceveranno una scheda informativa contenente le informazioni sui sintomi e l'indicazione dei numeri di telefono da contattare per ogni evenienza e per gli eventuali approfondimenti clinici necessari.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.