Toyota, maxi richiamo per 2,4 milioni di auto ibride

Share

Toyota, maxi richiamo per 2,4 milioni di auto ibride

L'intero sistema rischia così di perdere potenza e di andare in stallo.

L'iniziativa riguarda principalmente alcune versioni della Prius e dell'Auris prodotte tra l'ottobre del 2008 e il novembre del 2014.

Sebbene la casa auto non abbia avuto segnalazioni di sinistri, Toyota ha deciso di effettuare il richiamo per la possibilità concreta di incidenti.

Le auto in questione erano già state richiamate in passato, senza però risolvere il problema presentatosi adesso, che verrà rimediato tramite l'aggiornamento gratuito del software del veicolo, ha reso noto Toyota. In anni recenti la casa è stata costretta a ordinare diversi richiami; l'ultimo di grandi proporzioni, nel 2015, ha riguardato 6,5 milioni di veicoli per una irregolarità all'interruttore del finestrino, la quale poteva causare un corto circuito.

Questa campagna di richiamo segue l'antecedente procedura di poche settimane fa (rischio di incendio ai cavi dell'unità ibrida) che aveva interessato oltre 1 milione di vetture ibride in tutto il mondo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.