Quota 100 sarà strutturale: cosa significa?

Share

Quota 100 sarà strutturale: cosa significa?

"Il governo vuole inserire la riforma della legge Fornero a tutti i costi nella manovra". Quella più gettonata prevede un prelievo quinquennale facendo leva su 5 distinte aliquote si parte da 8-10% per gli assegni fino al 130mila euro lordi l'anno; 12-14% fino a 200mila; 14-16% fino a 350mila; 16-18% fino a 500mila e 20% secco oltre il mezzo milione. Al coefficiente penalizzante si deve aggiungere anche il fatto che uscendo prima dal lavoro si versano meno contributi utili all'ammontare della pensione. Legato a questo tema relativo alla Quota 100, sembra ci sia anche il divieto di cumulo reddito pensione. E, quindi, anche dopo il 1 gennaio 2019 sarà possibile continuare ad accedere alla quota 41 per i lavoratori precoci che rientrano nei profili di tutela (disoccupati, invalidi, caregiver, usuranti e gravosi) e alla pensione anticipata con 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne.

"Chi non ha almeno quota 100 - somma tra età e contributi - quando andrà in pensione nel 2019?", si legge su Repubblica.

Oggi, vogliamo parlarvi di un tema piuttosto controverso, ovvero quello riguardante la pensione anticipata legata al percepimento dell'assegno di invalidità e di tutti quei casi in cui si rischia di perderla.

Il 2019 sarà un anno di profondo cambiamento per il sistema previdenziale italiano. I lavoratori statali invece, dovranno attendere di più: 6 mesi dal raggiungimento dei requisiti. Ad esempio, qualora un lavoratore abbia un' invalidità superiore ai due terzi e dunque una capacità lavorativa rimanente di meno di un terzo, non può anticipare la pensione, ma può percepire l'assegno ordinario di invalidità. 1, del R.D.L. n. 636/39 si evince che la pensione di reversibilità spetta sulla base delle condizioni di assicurazione e contribuzione proprie del dante causa al momento del suo collocamento a riposo o, se non ancora titolare di pensione, a quello del decesso, tanto che tale prestazione viene anche definita a "perfezionamento traslato".

Matteo Salvini cerca di spegnere il fuoco creato dalla diatriba con il M5S sui fondi da ripartire tra reddito di cittadinanza e Quota 100.

Pensione anticipata a lavoratore con invalidità solo al 80%. In realtà per favorire nullafacenti, evasori di contributi e di tasse, gente che si aspetta di essere mantenuta di tutto punto dallo Stato, come avviene già per centinaia di migliaia di migranti, a spese di chi ha lavorato una vita e pagato tasse e contributi salati.

"Uno studio della Cgil calcola invece in circa 500.000 persone la platea che fino al 2021 potrebbe uscire con le nuove regole, con il rischio di mandare in tilt settori vitali come quello della sanità - si legge sul quotidiano - Cifre che potrebbero cambiare se l'accesso con quota 100 (con i paletti a 62 anni di età e 38 di contributi) dovesse essere solo temporanea".

SCONTO SULL'ETÀ DI VECCHIAIA PER ALITALIA: per il personale di volo il requisito anagrafico per andare in pensione di vecchiaia si riduce ancora di due anni e arriva a sette anni rispetto agli altri lavoratori.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.