Per il reddito cittadinanza non servirà fare domanda

Share

Per il reddito cittadinanza non servirà fare domanda

A spiegarlo è stata ieri il sottosegretario al ministero dell'Economia e delle Finanze Laura Castelli dal palco di Italia 5 Stelle a Roma.

Per avere il reddito di cittadinanza non servirà fare richiesta.

Il reddito di cittadinanza non dovrà essere richiesto dai cittadini ma sarà lo Stato ad individuare chi ne ha diritto. Non sarà il cittadino che dovrà vagare chiedendo: "scusa, io ho diritto al reddito?".

"Non si dovrà andare allo Stato a chiedere una cortesia - ha detto Laura Castelli -". "Per troppo tempo questo non è successo", ha rimarcato il sottosegretario. È un nuovo paradigma: "lo Stato ti prende per mano, ti accompagna e ti ridà dignità e la dignità ti permette di rimetterti in piedi, di formarti e anche domani di fare un lavoro che non avresti mai immaginato di fare".

Dei fondi previsti, 10 miliardi, uno sarà destinato alla riforma dei centri per l'impiego. Aiutateci a fare in modo che non ci sia più paura verso il reddito di cittadinanza. Io lo sento, in tanti mi dicono che temono finisca nelle mani di chi non merita, noi invece - ha assicurato - stiamo studiando a puntino le misure affinché non vada nelle mani sbagliate.

A fornire gli altri dettagli della misura, che prevede un assegno di 780 euro con un meccanismo di parametrazioni in base al numero dei componenti di una famiglia, è poi Nunzia Catalfo che ricorda come saranno obbligatorie 8 ore di volontariato nel comune di Residenza ed è previsto che si debba seguire corsi di formazione. Per ottenere tutte le informazioni in merito non sarà necessario recarsi in diversi uffici, ma verrà predisposto un unico sportello di riferimento.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.