Napoli, madre e figlio ricoverati per colera

Share

Napoli, madre e figlio ricoverati per colera

Due casi di colera si sono registrati nella giornata di oggi, mercoledì 3 ottobre, all'ospedale Cotugno di Napoli, nosocomio specializzato nella cura delle malattie infettive. Il vibrione è stato isolato nelle feci di un piccolo paziente di 2 anni, trasferito dal Santobono, e sulla mamma, rientrati recentemente da un viaggio in Bangladesh e residenti a Sant'Arpino, in provincia di Caserta. "Immediatamente è stata allertata la Asl competente e sono state attivate tutte le procedure previste dai protocolli" fanno sapere dall'ospedale. "Ma se effettivamente si tratta di colera, non è una malattia che ci allarma perché la trasmissione è per via oro-fecale ed essendo due casi di importazione, il rischio di diffusione su larga scala non c'è".

"Non si possono escludere altri casi se ci sono stati contatti stretti tra la donna e il bambino con altre persone durante i sintomi". Attualmente, entrambi i pazienti sono in condizioni stazionarie. A comunicarlo è Antonio Giordano, commissario straordinario dell'Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi - Cotugno - CTO.

Il colera è una malattia infettiva acuta causata da batteri della specie Vibrio Cholerae che attacca l'intestino.

I medici riferiscono inoltre che le condizioni della donna non destano alcuna preoccupazione.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.