Migranti da Germania, Salvini: "Chiuderemo aeroporti". Berlino: "Previsto nessun volo"

Share

Migranti da Germania, Salvini:

Con una mano predica l'accoglienza dei migranti in Europa; con l'altra li respinge dalla sua Germania, per rimandarceli tutti indietro in Italia.

E così ieri, dopo la minaccia di chiusura dei porti, il ministro dell'Interno ha alzato gli occhi al cielo e ha minacciato di chiudere pure gli aeroporti, pur di non far atterrare un charter che dai cieli tedeschi giovedì prossimo sarebbe arrivato a Fiumicino con 40 migranti da riportare in Italia.

Dunque la Merkel ha pensato bene di reagire, naturalmente a suo modo. Il fulcro del trattato, infatti, è rappresentato dall'articolo 13 che recita: "Quando è accertato che il richiedente ha varcato illegalmente, per via terrestre, marittima o aerea, in provenienza da un paese terzo, la frontiera di uno Stato membro, lo Stato membro in questione è competente per l'esame della domanda di protezione internazionale". L'accordo con la Germania per il rimpatrio dei profughi è in vigore o no?

Si tratterebbe di una decisione clamorosa, che non ha precedenti nella storia recenti, perché l'Italia si assumerebbe la responsabilità di bloccare un volo ufficiale di un altro stato dell'Unione Europea, aprendo un contenzioso legale su un aspetto del Regolamento di Dublino. Di lettere del genere ne vengono spedite a decine, e anche i voli charter per ricollocare i migranti continuano senza sosta.

Lo afferma il ministro dell'Interno Matteo Salvini in merito al'ipotesi circolata nei giorni scorsi di voli charter dalla Germania all'Italia. I dati pubblicati da Repubblica mostrano inoltre che le richieste di "riammissioni programmate" sono aumentate negli ultimi mesi, pressoché in coincidenza con l'entrata in carica del governo M5S-Lega (solo per ottobre ne sono state programmate dalla Germania 2.014): il motivo potrebbero essere le imminenti elezioni in Baviera, dove l'Unione Cristiano-Sociale (CSU), il partito conservatore regionale storico alleato della CDU di Merkel, sta cercando di prendere le distanze dalle politiche filo-accoglienza del governo, per ragioni elettorali.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.