Macedonia: Parlamento approva nuovo nome

Share

Macedonia: Parlamento approva nuovo nome

I vertici di Vmro-Dpmne, il partito conservatore all'opposizione in Macedonia, hanno deciso l'espulsione dalle proprie file di sette deputati che ieri sera in parlamento hanno votato a favore dell'accordo con la Grecia sul nome. Otto deputati dell'opposizione hanno votato insieme alla coalizione di governo del primo ministro Zoran Zaev. Entro gennaio tutto il processo dovrebbe essere completato.

Via la processo di rinomina del Paese. Nel 1991 la Macedonia dichiarò la sua indipendenza dalla Jugoslavia scegliendo il nome "Repubblica di Macedonia", lo stesso nome che aveva quando faceva parte della federazione jugoslava: alcuni cittadini e politici greci accusarono il nuovo paese di essersi appropriato di un nome e di un'identità culturale e storica appartenente a un'area geografica che rientra nei confini dello stato greco, la regione della Macedonia appunto. I macedoni - è la tesi greca - erano ellenici, mentre il ceppo etnico più diffuso nella Repubblica di Macedonia è quello slavo. Grande soddisfazione per il si' del parlamento all'accordo sul nome e' stata espressa dal premier greco Alexis Tsipras secondo il quale il voto di Skopje e' "un grande passo avanti verso il nostro comune successo, un passo importante per un futuro pacifico ai nostri popoli". Le nuove elezioni parlamentari straordinarie nell. Il partito dell'opposizione VMRO-DPMNE lascerà il dibattito, il che significa che 81 voti necessari per approvare le modifiche è una "missione impossibile".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.