Lo spread apre in rialzo a 273 punti

Share

Lo spread apre in rialzo a 273 punti

Giornata di passione per la borsa italiana che apre in profondo rosso a metà mattina conferma l'andamento negativo a -1,45%, toccando i minimi da aprile 2017. Il rendimento del Btp biennale è tornato all'1,2%. Il rendimento del Btp decennale è arrivato a toccare un top al 3,442%, livelli che non si vedevano dal 2014.Sotto pressione anche l'euro arrivato fino a un minimo di 1,1514 dollari. "Non vorrei che dopo aver superato la crisi greca, ricadessimo nella stessa crisi con l'Italia", ha detto Juncker.

Le rinnovate tensioni sui titoli di Stato e su Piazza Affari sono legate al fatto che l'Ue sembra essere pronta allo scontro con l'Italia nel non accettare i numeri che il Governo italiano presenterà entro il 15/10 a Bruxelles sulla Legge di Bilancio. Le manovre dell'esecutivo gialloverde relative al rapporto deficit/pil hanno spaventato i mercati e di conseguenza innalzato il differenziale fra i rendimenti dei titoli obbligazionari di Italia e Germania con scadenza 10 anni, facendogli raggiungere nella seduta odierna un picco sopra i 300 punti base. Fuori dal listino principale, sono andate in asta anche Carige, Banca Intermobiliare e Banca Ifis mentre Mps perde 4,83%. Sempre in calo di circa un punto percentuale Moncler e Luxottica mentre dopo i crolli recenti prosegue il tentativo di recupero di Astaldi, che sale dell'11% a quota 0,45.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.