La scoperta, Foresta: "La disfunzione erettile campanello d'allarme, predice l'infarto"

Share

Il professor Carlo Foresta rende note le conclusioni di uno studio fatto a Padova e durato 10 anni sulla disfunzione erettile.

A quanto pare, la disfunzione erettile sarebbe un avviso di pericolo infarto. Parlarne con un medico potrebbe essere di grande aiuto per prevenire le patologie cardiovascolari. Allo studio, ha collaborato anche Nicola Caretta, dell'Uoc di Andrologia e medicina della riproduzione di Padova. Per Foresta, in termini statistici predice rischi di problemi cardiaci e quindi una attesa di vita inferiore.

Lo studio è stato condotto su trecento maschi di età compresa tra i 35 ed i 65 anni e realizzata mediante analisi con eco-color-Doppler penieno (Pcdu). Dai risultati, è emerso che tutti coloro che soffrono di patologie delle arterie cavernose presentano anche segni di compromissione vascolare generalizzata.

"Ciò si associa - conclude - ad un aumentato rischio di incorrere in futuro in patologie di natura cardiovascolare aumentando fino a sei volte il rischio di problemi cardiovascolari, ad esempio infarto e ictus". L'occasione per annunciare gli esiti della ricerca è la presentazione del progetto 'Marroni Solidali', una serie di iniziative, happening e attività di sensibilizzazione in tutto il Veneto che la Fondazione Foresta ha messo in campo nei mesi di ottobre e novembre per sensibilizzare gli uomini sulla prevenzione medica. Per questo motivo, gli uomini sono restii alla prevenzione, al contrario delle donne, e prendono sotto gamba molte patologie che con il tempo si possono rivelare gravi. Per poter prenotare basterà mettersi in contato con il numero 800100123.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.