Jeep Renegade Plug-in, Melfi si prepara

Share

Jeep Renegade Plug-in, Melfi si prepara

La notizia importante per l'Italia è che la Jeep Renegade, molto apprezzata sul mercato, sarà prodotta nella versione ibrida plug-in a Melzi, segnale della centralità del nostro paese nelle strategie future del Gruppo Fca e del nuovo amministratore delegato Mike Manley.

Secondo alcune testimonianze, Fiat Chrysler Automobiles avrebbe investito oltre 200 milioni di euro nella nuova motorizzazione che comprende anche la creazione di corsi per formare tutti i lavoratori dello stabilimento sul funzionamento e sull'applicazione della nuova tecnologia. Gli impianti dello stabilimento coinvolti nella produzione saranno di conseguenza ammodernati.

"Le oltre 742.000 Renegade prodotte in Italia dal lancio ad oggi fanno dello stabilimento di Melfi il posto ideale e della Renegade il prodotto perfetto per il lancio della versione Phev che rafforzerà l'offerta di questo veicolo che ha già riscosso un grandissimo successo", commenta Pietro Gorlier, responsabile Fca delle attività europee.

Il 1° giugno, durante il Capital Markets Day, FCA ha presentato il Business Plan 2018-2022 alla comunità finanziaria. Gli investimenti previsti nell'arco del piano porteranno ad un portafoglio di soluzioni tecnologiche che permetteranno a FCA di ottemperare agli obblighi normativi nei diversi mercati.

La Renegade PHEV è il passo successivo verso l'elettrificazione del portafoglio prodotti di FCA.

Se dopo il 2021 pare che anche di Fiat, pardon, FCA diesel non se ne produrrano più, ecco allora che entro il 2022 il gruppo conta di avere una trentina di modelli elettrificati in gamma, tra BEV, PHEV, full-hybrid e mild-hybrid.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.