Inter, Spalletti: "La musica della Champions bisogna sentirla anche contro la Spal"

Share

Inter, Spalletti:

Ci è successo di riabbassare il livello di tensione e qualità di gioco di partita in partita. Il tecnico, come di consueto, ha risposto alle domande dei tifosi attraverso la pagina ufficiale della società nerazzurra su Facebook e, in seguito, alle domande dei cronisti presenti nel Media Center di Appiano Gentile.

PROVA DEL 6 - L'Inter cerca contro la Spal la sesta vittoria consecutiva: "Sappiamo delle insidie della partita contro la Spal, per questo ai calciatori ho detto che la musica della Champions la devono sentire anche domani e se non la sentono che se la mettano sul telefonino". L'anno scorso avevamo pochi calciatori. E non dobbiamo pensare di stare comodi dopo queste vittorie. Quando si veste la maglia dell'Inter ogni partita è un esame. Ci sono delle difficoltà a dover far giocare gli stessi due giorni dopo per tre volte di fila. Abbiamo fatto questo recupero e dobbiamo completarlo prima della sosta. "La cosa fondamentale che debbono sapere è che in campo ci va sempre l'Inter e debbono avere un atteggiamento da Inter". Abbiamo fatto risultati importanti, abbiamo mantenuto l'equilibrio anche in svantaggio. Per ora sono soddisfatto per carattere e mentalità, vedremo se questa mentalità è a pelle o sotto pelle.

Cosa è stato l'interruttore che ha fatto scattare tutto? Come prestazione non è stata molto diversa dalle altre dove siamo riusciti a portare a casa i 3 punti. Non è un risultato o un episodio che può mandarmi in confusione. "Siamo sulla buona strada, ma dobbiamo metterci ancora più disponibilità e attenzione - ha proseguito -". Rimanere stupiti diventa difficile perché sono quasi al massimo come predisposizione.

Sorpresa i stagione: "E' chiaro che vedere Borja Valero, che ha 45 anni che sta fuori 4-5 partite, si allena sempre al massimo e poi quando gioca fa la differenza in 5' mi viene da dire lui".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.