Il caffè "antidolore", aumenta la soglia di sopportazione - Salute & Benessere

Share

Il caffè

Secondo la ricerca, il consumo regolare di caffè o di altre bevande con presenza di caffeina contribuisce a sopportare meglio il dolore, contribuendo ad alzare la soglia di tolleranza.

Bere caffè aiuta ad aumentare la soglia del dolore. L'esperimento, pubblicato sulla celebre rivista Psychopharmacology, mette in luce un nuovo straordinario potere del caffè. Lo studio si è basato su un campione di 62 persone con un'età compresa tra i 19 ai 77 anni. Ai soggetti è stato stimato un consumo medio quotidiano di caffè pari a 170 milligrammi, ovvero due tazzine, nonostante una quota significativa ne bevesse più 400 milligrammi ogni giorno. Gli studioso hanno poi condotto un classico test per misurare la soglia individuale del dolore: i volontari venivano stimolati sull'avambraccio con applicazione di calore e pressione a intensità crescenti e decrescenti e veniva chiesto loro di dire quando il dolore era insopportabile e quando tornava a essere un fastidio tollerabile.

È emerso che pur tenendo conto di altri fattori noti che possono influenzare la soglia del dolore (ad esempio sesso, consumo di alcolici e fumo etc), la capacità di sopportazione individuale cresce al crescere del consumo giornaliero di caffeina.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.