IBM spenderà 34 miliardi di dollari per acquisire Red Hat

Share

IBM spenderà 34 miliardi di dollari per acquisire Red Hat

IBM ha concluso un accordo di acquisizione nei confronti di Red Hat per la cifra di 34 miliardi di dollari, definendo l'operazione come la più significativa del 2018 in ambito tecnologico. Il claud ibrido è un ambiente di cloud computing che utilizza cloud pubblico, cloud privato e soluzioni di terze parti, mettendo in comune il meglio delle varie piattaforme, alternando le modalità di servizio e attingendo tra cloud pubblico e privato in base alle esigenze di elaborazione. Le azioni, scambiate a 175 dollari a giugno, avevano subito un brusco calo a causa del mercato altamente volatile. I partner Guggenheim hanno rappresentato invece Red Hat nell'affare.

IBM resterà fedele alla governance aperta di Red Hat, ai contributi open source, alla partecipazione alla comunità open source, al modello di sviluppo e alla promozione del suo ecosistema diffuso di sviluppatori. Ibm ha inoltre confermato come vuole mantenere il quartier generale di Red Hat a Raleigh, in North Carolina, dove lavorano oltre 2 mila dipendenti dell'azienda, un sesto della forza lavoro totale dell'azienda di software, che conta circa 12 mila lavoratori sparsi in tutto il mondo. Si sa già, infatti, che Red Hat diverrà parte integrante della divisione Hybrid Cloud di IBM.

Importante notare che Red Hat continuerà ad essere guidata da Jim Whitehurst, e manterrà l'attuale team di gestione. Si tratta di uno dei maggiori produttori Linux al mondo, ma non è certo l'interesse per il mondo del software libero ad aver spinto IBM ad aprire il portafogli.

A seguito dell'approvazione degli azionisti e degli enti regolatori, l'acquisizione sarà definitiva a inizio 2019.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.