Google ha annunciato che chiuderà Google+

Share

Google ha annunciato che chiuderà Google+

Google ha annunciato che chiuderà Google+, il suo social network, dopo avere scoperto che a causa di un difetto nel software i dati di 500mila utenti del servizio sono rimasti accessibili ad hacker e programmatori per tre anni. A dimostrarlo sarebbe un documento interno, visionato dal Wall Street Journal, con il quale si mettevano in guardia i dirigenti sul fatto che la notizia della falla avrebbe "attirato immediatamente l'interesse delle autorità", incoraggiando un parallelo con il caso di Facebook, in cui una società britannica ha utilizzato i dati di 87 milioni di utenti per fini di propaganda politica. E questo perché il colosso californiano avrebbe temuto gravi conseguenze a livello di controlli e danni d'immagine.

Google ha scoperto un problema software nel social network Google+ in marzo. "Tuttavia abbiamo eseguito un'analisi dettagliata nelle due settimane che hanno preceduto la riparazione della falla e possiamo determinare che i i profili interessati erano circa 500 mila". Come risposta all'incidente, la controllata da Alphabet intende annunciare cambiamenti alle misure di tutela della privacy.

I dati coinvolti sono ad esempio nomi, indirizzi email, date di compleanno, foto, occupazione e relazioni; sebbene Google+ dia accesso a tali informazioni agli sviluppatori se un utente acconsente, il bug permetteva agli stessi sviluppatori di accedere agli stessi dati anche degli amici dell'utente coinvolto, che a differenza di questo non avevano dato il consenso.

L'incidente stesso darà un colpo finale a un prodotto lanciato nel 2011 per contrastate Facebook ma visto come uno dei maggiori fallimenti di Google.

L'Ue potrebbe imporre a Google una multa fino al 2% dei ricavi totali per non aver avvertito i regolatori entro le 72 ore successive alla scoperta della falla ma la nuova regolamentazione, 'General Data Protection Regulation', è entrata in vigore lo scorso maggio mentre l'incidente si è verificato a marzo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.