Fatture elettroniche in modalità differita entro il 15 del mese successivo

Share

Fatture elettroniche in modalità differita entro il 15 del mese successivo

Mercoledì 3 ottobre, la Commissione Finanze ha svolto l'audizione del direttore dell'Agenzia delle entrate, Antonino Maggiore, sulle tematiche relative alla fatturazione elettronica. In caso contrario, è invece tenuta all'obbligo dal 2019. Non solo. Il vademecum pratico spiega cosa cambia dalla carta al formato elettronico, fornendo un quadro a 360° sulla nuova modalità di fatturazione (chi è obbligato, chi è esonerato, quali sono i vantaggi, come funziona il Sistema di interscambio, il "postino" che si occupa di far viaggiare le e-fatture).

Per facilitare i contribuenti nell'apprendimento delle nuove procedure informatiche, l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato, sul proprio portale online, una serie di strumenti informativi riguardanti tutti i servizi offerti gratuitamente all'utenza.

Il nuovo numero uno del Fisco ha chiarito che tali soggetti, possono predisporre la fattura adottando le disposizioni dell'art.

Si tratterebbe quindi, in sostanza, di allungare i tempi per l'emissione e/o per la trasmissione delle fatture elettroniche all'Agenzia delle entrate.

Maggiore ha anche commentato le proposte parlamentari di esenzione di alcune categorie dall'obbligo dell'e-fattura dal 2019: se "si prevedesse di intervenire normativamente per limitare l'obbligo" di fatturazione elettronica "a specifiche categorie si introdurrebbero elementi di notevole complessità" per gli operatori tra loro e per l'Agenzia delle Entrate, ha fatto sapere il nuovo direttore delle Entrate, sottolineando che "la complessità aumenterebbe notevolmente il rischio di errori da parte degli operatori con conseguenti difficoltà di controllo" e "ripercussioni sulle azioni di prevenzione e contrasto a fenomeni di frodi ed evasione Iva".

Per quei piccoli imprenditori non avvezzi all'elettronica il Direttore ha suggerito una soluzione operativa e conforme alla normativa vigente: emettere, anche su carta, al momento dell'effettuazione dell'operazione un documento di trasporto o altro documento equipollente ed emettere poi un'unica fattura elettronica riepilogativa delle singole operazioni "entro il giorno 15 del mese successivo a quello delle operazioni stesse".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.