Cina, il presidente dell'Interpol è sotto indagine

Share

Il governo cinese ha confermato di avere arrestato Meng Hongwei, il presidente dell'Interpol di cui non si hanno più notizie dallo scorso 25 settembre. E' quanto riportano i media ufficiali aggiungendo che Meng è attualmente nel mirino della Commissione di supervisione.

Domenica l'Interpol aveva ufficializzato le dimissioni con effetto immediato di Meng, annunciando il nome del suo sostituto, il sudcoreano Kim Jong Yan. Secondo il South China Morning Post sarebbe stato preso in consegna non appena atterrato in Cina per essere interrogato dalle autorità cinesi. Ieri l'Interpol ha chiesto a Pechino "risposte ufficiali" sulla sorte del presidente e la Francia ha aperto un'inchiesta.

La moglie di Hongwei ha detto di non ricevere da giorni informazioni sul marito e dice di temere per la sua incolumità.

Meng è subentrato come presidente dell'Interpol nel 2016 e avrebbe dovuto restare in carica fino al 2020. Durante l'86esima assemblea annuale tenutasi a settembre 2017 a Pechino, fonti dell'organizzazione avevano spiegato all'Ansa che le preoccupazioni non erano giustificate: la gestione reale dell'organizzazione, che conta 192 Paesi aderenti, è infatti nelle mani del segretario generale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.