Bussetti-Grillo, auspicio numero chiuso - Ultima Ora

Share

Bussetti-Grillo, auspicio numero chiuso - Ultima Ora

"Non ci poteva essere scelta più scellerata".

Ma l'abolizione del numero chiuso, o l'ampiamento del numero dei posti disponibili, interesserebbe solo gli iscritti al corso di laurea in medicina o tutti i corsi compresi nella Facoltà di Medicina (odontoiatria, igiene dentale, biotecnologie fisioterapia etc.), come indicato nel comunicato stampa ma anche nel testo della Legge di Bilancio, secondo a quanto è stato riferito ad Odontoiatria33?

Per l'Unione degli Universitari (Udu) l'eliminazione del numero chiuso a Medicinanon è una strada praticabile. Il dubbio è che si cerchi di fare i conti senza l'oste. Intanto, come prima cosa, vediamo meglio il disegno di legge che è stato approvato dal Governo inerente il numero chiuso al Test Medicina e cosa è successo nelle ultime ore! "In merito al superamento del numero chiuso per l'accesso alla facoltà di Medicina, la presidenza del Consiglio precisa che si tratta di un obiettivo politico di medio periodo per il quale si avvierà un confronto tecnico con i ministeri competenti e la Conferenza dei Rettori delle università italiane, che potrà prevedere un percorso graduale di aumento dei posti disponibili, fino al superamento del numero chiuso".

Numero chiuso per l'ingresso alla facoltà di Medicina, si va verso l'abolizione: si tratta di una novità prevista nella legge di bilancio approvata ieri al Consiglio dei Ministri. Poi, la nota che arriva direttamente da Palazzo Chigi (attenzione: non da Bussetti). I ministri dell'Istruzione e della Salute, dopo un primo momento di silenzio, hanno comunicato che si inizierà già da quest'anno a introdurre delle modifiche per l'ammissione a Medicina, ma le loro dichiarazioni manifestano una certa cautela e annunciano che si andrà per gradi.

La posizione del rettore dell'Università di Padova Rosario Rizzuto è che arrivare all'abolizione tout court del numero chiuso sia impossibile (70mila gli aspiranti all'iscrizione nel 2018) ma che arrivare ad aumentare il numero degli studenti ammessi (ad esempio dagli attuali 10mila a 15mila) sia un obiettivo "realistico e assolutamente da perseguire", naturalmente purché sia sempre garantita la qualità della formazione con aule, docenti, borse di studio per le specializzazioni. "Oggi i posti per le scuole di specializzazione sono limitati a circa 7 mila, cosa accadrebbe se dalle facoltà uscissero 50 mila laureati in Medicina, come si potrebbero specializzare?" Se però non siete riusciti ad entrare per colpa di qualche irregolarità avete dalla vostra la "carta" del ricorso. Ogni anno infatti capita che molti studenti facciano ricorso dopo aver sostenuto il Test Medicina e Chirurgia.

Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma!

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.