Asia, io kamikaze contro Weinstein

Share

Asia, io kamikaze contro Weinstein

In lacrime, Asia Argento si racconta a Silvia Toffanin. Quegli episodi l'hanno fortemente traumatizzata: "Vado dall'analista da tanti anni". Ho sofferto di ansia, di trauma post traumatico. La vergogna ricade sulla vittima. Ho cercato di esorcizzare quella cosa attraverso un film, nella speranza di liberarmene. Si prendeva cura di me e dei miei figli. "Ora so perché ho questo meccanismo detto rettiliano, il rettile quando ha paura fa finta di essere morto". "Ora spero di essere più forte". Non riesco a dormire. Asia, infatti, era stata accusata di incoerenza prima che Bennett uscisse allo scoperto per aver denunciato Harvey Weinstein dopo 20 anni dalla molestia subita, quindi adesso per la presunta violenza sessuale ai danni dell'attore americano.

Poi la dolorosa confessione: "È imbarazzante parlare di questo, non è una cosa di cui vado fiera". Andavo a lavorare da sola, ero una preda più facile, perfetta, perché io ho delle ferite nella mia infanzia e questi predatori riescono ad intrufolarsi in queste ferite. "Pensavo di essere io quella depressa, lui mi sosteneva sempre - ha raccontato -".

Dopo l'addio a X-Factor Asia Argento ha deciso di prendersi un periodo di relax durante il quale si consola con la compagnia di Franco Elias.

Grandissimo è il dolore per la morte di Bourdain, che si è tolto la vita nel giugno 2018: "Non avevo mai avuto una persona così". La mattina non ci sono i suoi messaggi e così alla sera non c'è nessuno che mi dice buonanotte. Quello che emerge dagli scatti è che tra loro c'è una notevole sintonia e che sembrano trovarsi bene insieme. "Altri in cui cerco di non tornare mai a casa".

Infine, a Silvia Toffanin che le chiede se la decisione di non partecipare a X Factor sia stata presa di comune accordo con il programma, Asia confida: "E' stata una decisione amichevole, ma io non volevo andare via". Io a volte ho avuto dei pensieri bruttissimi, la depressione è una malattia mentale molto grave e a volte arrivano dei pensieri alieni. "Lui non ha pensato a nessuno in quel momento, perché il suo dolore era immenso, ma io non l'avevo mai visto". Forte di questo successo, aveva auspicato un ritorno come giudice del talent, ma la produzione le ha preferito Lodo Guenzi, cantante de 'Lo Stato Sociale' (già sotto critica per le sue posizioni sui talent).

Il giorno che ha preceduto il gesto estremo dello chef, i due si sono sentiti al telefono per l'ultima volta e lì Asia Argento aveva avuto uno strano presentimento: "Al telefono aveva una voce strana, ma mi disse che aveva solo mangiato e bevuto un po' troppo". Non mi disse nulla di questi pensieri. "Aveva scritto e detto in tv qualcosa sul suicidio, ma io credevo fosse solo un pensiero romantico". Se questa cosa avesse spostato l'attenzione verso quei ragazzi allora sì, ma non era così.

E voi cosa ne pensate?

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.