Alitalia, Conte rilancia il progetto con Fs: "Biglietto unico"

Share

Alitalia, Conte rilancia il progetto con Fs:

Dopo le parole del ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, su una newco della compagnia italiana con Ferrovie dello Stato, su un partner tecnico strategico, la partecipazione di Cassa depositi e prestiti e del ministero dell'Economia con una quota del 15%, interviene il premier Giuseppe Conte. Lo show down, anticipato da un'intervista del leader pentastellato al Sole 24 Ore e intervallato da una secca presa di distanza di Giovanni Tria, è stato sigillato da una manifestazione d'interesse per la compagnia da parte di Fs arrivata nel pomeriggio di venerdì, seppure con l'etichetta "non vincolante" ben stampata sopra.

Il governo gialloverde rilancia la sua idea di ritorno dello Stato in Alitalia, già proposta nei mesi scorsi dal ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. "Io non ne ho parlato", commenta il titolare di via XX settembre, polemizzando così con il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio. E fissa anche una data: "Arriveremo alla scadenza del 31 ottobre con una manifestazione di interesse con offerta vincolante o comunque con una manifestazione di interesse seria e concreta".

Al quotidiano economico il vice premier Di Maio ha fornito alcuni dei dettagli che presenterà più nel dettaglio ai sindacati in mattinata. "Abbiamo venti giorni. Adesso è il momento di concretizzare".

Alla domanda se la newco implicherà una bad company ha risposto poi che il nuovo soggetto "dovrà depurarsi di tutto ciò che non ha funzionato".

Dal punto di vista del vicepresidente Di Maio "l'ingresso di Ferrovie nell'equity permetterebbe innanzitutto l'intermodalità: si potrebbe lavorare al biglietto unico treno-aereo".

Così facendo, un turista potrebbe spostarsi in tutto il Paese usando alternativamente aereo o treno. "Non solo. Alitalia potrebbe così concentrarsi molto di più sul lungo raggio". L'Italia, secondo il premier, è "un'industria straordinaria per il turismo e per valorizzarla vogliamo rendere efficiente e attrattivo il sistema di trasporto", aggiunge. "Nessuna svendita e nessuno spreco come fatto in passato, ma un serio piano di rilancio preparato dal governo". Inoltre, il piano per Alitalia è sostenuto dal Capo del Governo e da tutte e due le forze politiche di maggioranza che lavorano ad un atto di indirizzo al Governo per rafforzare la linea del contratto per il "Governo del cambiamento".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.