Abolizione Fornero 2019: pensioni Quota 100 senza penalizzazioni

Share

Abolizione Fornero 2019: pensioni Quota 100 senza penalizzazioni

Superamento Fornero 2019 con le pensioni Quota 100 come funziona? Pensioni di cittadinanza: i modi. Si tratta di una riforma sulle pensioni che dovrebbe permettere agli italiani di andare a riposarsi qualche anno prima e di conseguenza a liberare anche dei posti di lavoro per i giovani che ne sono alla ricerca.

Nel documento di economia e finanza, il Tesoro non ha poi trascurato di dedicare una particolare attenzione alla necessità di mantenere un rapporto di fiducia con i mercati.

Legge Fornero addio, arriva quota 100. Resterà in vigore il pensionamento di vecchiaia a 67 anni e 10 mesi: per chi avrà questo requisito o per chi arriverà alla contribuzione massima, 42 anni e 10 mesi, non ci saranno divieti di cumulo. "Ma in questa cifra ci saranno anche l'aumento dellepensioni di invalidità, il quoziente familiari, un premio alle famiglie numerose con contributo alla natalità" ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Occorre completare il lavoro sulla nota che deve essere trasmessa alle Camere.

Abolizione Fornero 2019 con pensioni Quota 100: come funziona? "L'attuale regime, infatti, pur garantendo nel lungo periodo la stabilità finanziaria del sistema previdenziale, nel breve e medio periodo impedisce alle imprese il fisiologico turnover delle risorse umane impiegate", si legge. "Abbiamo scelto il provvedimento per smantellare la legge Fornero senza paletti, senza penalizzazioni senza limiti di reddito", ha spiegato. Lo ha chiarito Matteo Salvini.

In tema di pensioni, questione molto calda all'attenzione del Governo M5S-Lega è soprattutto quota 100. "Vuol dire che 400mila truffati da quella legge sono finalmente liberi di tornare alla vita", le parole di Salvini. Negli anni scorsi la nostra richiesta di tenere conto dei fattori di gravosità del lavoro nella scuola ha trovato in parte risposta, limitatamente al personale docente della scuola dell'infanzia. Ma questi dettagli verranno perfezionati e ufficializzati più avanti.

Ma, novità da tempo in circolazione, potrebbe prevedere anche penalità per chi deciderà di andare in pensione prima, cosa che comunque non renderebbe sempre conveniente l'uscita prima con il nuovo sistema di quota 100. Non ci sarà nemmeno il ricalcolo contributivo dell'assegno a partire dal 1996, che avrebbe tagliato l'importo di una percentuale tra il 10 e il 15%.

Come noto alcuni giorni fa è emersa l'ipotesi dell'inserimento della Quota 100 nella Legge di Bilancio 2019 per superare la Legge Fornero; a questo proposito sembrerebbe che a partire dal 1°gennaio 2019 i lavoratori che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato 38 anni di contributi potranno andare in pensione anticipatamente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.