Simone perde battaglia contro tumore

Share

Simone perde battaglia contro tumore

Simone avrebbe compiuto 19 anni il 15 ottobre. Ed è stato grazie a loro, ai suoi compagni della 5E dell'indirizzo linguistico del liceo scientifico Amaldi, se Simone è riuscito a frequentare la scuola senza pericoli per la sua salute, compromessa - come riportato da Il Corriere della Sera - dall'immunodepressione a cui si stava sottoponendo.

La sua storia era diventata nota in tutta Italia dopo che i compagni di classe avevano deciso di vaccinarsi tutti insieme contro l'influenza per proteggerlo da infezioni che potevano essere pericolose. Nel 2017, la storia di Simone aveva colpito anche l'allora ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che, parlando del gesto dei ragazzi, aveva detto: "Sinceri complimenti per una storia esemplare, bellissima, di senso civico e generosità". "Cercheremo sicuramente di ricordarlo in qualche modo".

Il tumore però ha avuto la meglio e si è portato via il giovanissimo Simone. "Sto combattendo, ce la sto mettendo tutta", aveva detto in un'intervista a Fanpage nel dicembre scorso. "Se ne va una parte di noi". Una parte dei nostri pensieri, perché con lui abbiamo ragionato, discusso e imparato. Intanto una delle docenti ha dichiarato ad 'Ansa': "Se ne va una parte di noi". Una parte del nostro coraggio, che ci trasmetteva affrontando la malattia col sorriso.

Sulla morte del ragazzo sono intervenuti diversi membri dell'Istituto scolastico da lui frequentato, ovvero il liceo scientifico Amaldì.

Era infatti stata la stessa professoressa Monica Lupori durante il mese di luglio ad andare in compagnia di Simone e degli altri compagni di classe a ritirare un attestato di merito presso il consiglio regionale. "Avevo conosciuto personalmente Simone - afferma il sindaco Rocchino Muliere - e il fatto che non ci sia più è una perdita per tutti".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.