Naufrago ritrovato nell’oceano dopo 49 giorni alla deriva

Share

È rimasto 49 giorni alla deriva nell'Oceano Pacifico, ed è sopravvissuto. Aveva provviste soltanto per pochi giorni, e ha dovuto così pescare e cuocere il pesce su un fuoco di fortuna acceso con il legno della stessa zattera, e bere acqua marina, filtrata attraverso i suoi vestiti. Il suo compito era quello di tenere accese ogni notte le lampade che attraggono i pesci. Aldi restava giorni e giorni in perfetta solitudine in mezzo al mare e una volta alla settimana una compagnia di pescatori andava a raccogliere il pesce catturato con questa tecnica, portandogli in cambio i viveri necessari per resistere nel capanno. Ciò gli ha permesso di avere qualche scorta per i primi giorni, prima di dover ricorrere alla pesca per il resto dell'odissea.

Il ragazzo è stato individuato da una nave panamense vicino all'isola di Guam lo scorso 31 agosto.

Protagonista dell'avventura un 19enne indonesiano, che è stato salvato da una nave di passaggio. Passato un giorno in quarantena in Giappone, l'8 settembre è finalmente tornato a casa, a Wori, nell'isola di Sulawesi.

Aldi ha dichiarato che spesso, durante i giorni del naufragio, ha pensato al suicidio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.