Un attacco in Yemen ha ucciso molti bambini


Un attacco in Yemen ha ucciso molti bambini

Share

Un attacco in Yemen ha ucciso molti bambini

In precedenza autorità tribali locali avevano parlato di una ventina di morti, mentre il ministero della Salute degli stessi Houthi, che controllano la capitale Sanaa, ha fornito un bilancio di 43 morti e 63 feriti. Lo denuncia il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr) in un aggiornamento su Twitter riguardo l'attacco che stamani ha colpito un bus nel nord del Paese arabo. Che, poco dopo, ha infatti definito "legittima" l'operazione militare.

Un'altra pagina tragica nella guerra in Yemen che dura da oltre tre anni è stata scritta oggi con un bombardamento della Coalizione araba a guida saudita che ha ucciso e ferito decine di bambini.

La coalizione a guida saudita interviene militarmente in Yemen dal marzo 2015 a sostegno delle forze governative impegnate nella battaglia contro i ribelli Houthi, che hanno nella provincia di Sa'ada la propria roccaforte.

"Questo atto ostile, sferrato dalle milizie terroristiche Houthi - ha commentato il colonnello Turki Al-Maliki, portavoce della coalizione saudita in Yemen - dimostra che il regime iraniano continua a fornire loro equipaggiamenti all'avanguardia violando palesemente le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu con l'obiettivo di minacciare la sicurezza dell'Arabia Saudita, della regione e del mondo". Un agguato, quello di ieri a Jazan, "lanciato deliberatamente contro aree abitate", sostengono i sauditi, in cui è morto un uomo e 11 civili sono rimasti feriti dalle schegge del missile. "Le incursioni sono un'azione militare per colpire gli elementi che hanno progettato e preso di mira i civili a Jizan", ha detto il colonnello saudita, riferendosi alla città meridionale saudita oggetto dell'attacco missilistico. "I raid sono stati effettuati in conformità con il diritto internazionale umanitario e le sue regole abituali".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.