Segrate, nasce il centro commerciale più grande d'Europa

Share

Segrate, nasce il centro commerciale più grande d'Europa

Un gigante grande due volte il centro commerciale di Arese, battezzato solo un paio di anni fa come il più esteso d'Italia. L'importanza del progetto è dettata dal fatto che si tratterà del più grande centro commerciale presente in Europa, e permetterà di generare migliaia di posti di lavoro offrendo a milioni di visitatori l'accesso ad una vastissima area dedicata allo shopping e l'intrattenimento. Si stima che ogni giorno arriveranno circa 60000 visitatori Per un totale di 21 milioni ogni anno.

Il documento, pubblicato il 9 agosto, detta le tempistiche di costruzione del colosso commerciale da 240 mila metri quadrati di superficie, 300 negozi, 50 tra ristoranti e locali e un cinema con 16 sale: un anno per l'inizio dei lavori dalla data di rilascio del permesso, e tre anni per completare l'opera dalla posa della prima pietra. Con un investimento di 1,4 miliardi di euro, Westfield sarà in grado di ospitare diecimila posti auto e creerà 17mila nuovi posti di lavoro.

Il centro Westfield sorgerà inoltre nell'area dell'ex dogana che è stata abbandonata da decenni. Il Sindaco di Segrate, Paolo Micheli, punta tutto sulla realizzazione del progetto per un rilancio in grande stile, anche in termini occupazionali, del Comune: "A settembre apriremo in comune un moderno sportello lavoro, punto di riferimento per tutto il Sud Est Milano, anche e soprattutto per gestire le offerte occupazionali che arriveranno da Westfield, destinate in gran parte ai segratesi". Westfield Milano non sarà solamente il più grande centro commerciale italiano, ma diventerà anche uno degli attori più importanti nel mercato europeo. Si prevede che Westfield Milano genererà vendite al dettaglio per oltre 1 miliardo di euro, rappresentando così una grande opportunità per i retailer. Secondo rumors i lavori per la creazione del grande centro commerciale inizieranno alla fine dell'anno e dovrebbero terminare nel 2021.

Secondo la convenzione urbanistica la società Westfield dovrà versare al comune di Segrate 55 milioni di euro. Tra oneri d'urbanizzazione primaria scomputati in opere (16 milioni utilizzati in larga parte per finanziare il tratto di Cassanese Bis, il ponte ciclopedonale che unirà il megastore al Centroparco e collegamenti ciclabili a Novegro, nel Parco Forlanini, a San Felice e di raccordo con la stazione del Passante) e oneri d'urbanizzazione secondaria già versati (13 dei 14 milioni). Restano da pagare i costi di costruzione: circa 20 milioni dei 25 totali, da versare in quattro rate. A questi si aggiungono altri 25 milioni di standard qualitativo, che serviranno per realizzare infrastrutture sul territorio segratese. Stando a quanto riferito, sembra che il Westfield di Milano accoglierà il meglio del Retail italiano ed internazionale proposto in circa 300 negozi e in un vero e proprio villaggio del lusso, aprendo la strada italiana a gallerie Lafayette ovvero il department Store del lusso.

A Westfield Milano non mancheranno le ultime novità in materia di tecnologie digitali, shopping e servizi turistici.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.