Se N'Zonzi non c'è, il piano B di Monchi: Promes o Bailey

Share

Se N'Zonzi non c'è, il piano B di Monchi: Promes o Bailey

Una cosa è certa, ma questo lo si era già capito: N'Zonzi non vuole restare al Siviglia e il Siviglia è entrato oramai nell'ottica di idee di vendere il suo centrocampista. Lo scrive la Gazzetta dello Sport oggi in edicola, che si sofferma sui tre rifiuti arrivati per tre obiettivi della società capitolina. Quasi un ultimatum al giocatore, che ha detto sì alla Roma, pronta a riconoscergli tre milioni e mezzo a stagione di ingaggio, tra base fissa e bonus. E anche l'allenatore del Siviglia, Machin, ha parlato del francese come di un giocatore in uscita.

A convincere il Milan, però, saranno maggiormente il numero di milioni di euro che il club capitolino deciderà di mettere sul tavolo: Suso è valutato dai rossoneri intorno ai 40 milioni di euro, ma se la Roma oltre Perotti dovesse offrire una cifra fra i 30 e i 35 milioni ecco che la trattativa potrebbe essere avviata.

È, infatti, il direttore sportivo del Siviglia, Joaquin Caparros, a chiarire pubblicamente la volontà della squadra spagnola: "Steven N'Zonzi ci ha comunicato l'intenzione di andar via: gli abbiamo risposto che ha ancora un contratto di due anni e che potrà andar via pagando la clausola o comunque cifre simili". Il giocatore è sul mercato e intendiamo valorizzare la sua cessione. "Se ci porterà delle offerte interessanti le guarderemo, altrimenti ha altri anni di contratto". "Scadenze? Non ne abbiamo fissate, è un rischio per entrambi".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.