Perché è crollato il ponte a Genova

Share

Perché è crollato il ponte a Genova

Il bilancio delle vittime in seguito al crollo del ponte Morandi a Genova è ancora provvisorio: 37 i morti accertati, secondo gli ultimi dati diffusi dal Viminale.

Tra le vittime causate dal crollo di ponte Morandi risula esserci Vincenzo Licata, 58 anni, nato ad Agrigento. Prima di tutto si dimettano i vertici.

La società, tuttavia, ha replicato sostenendo che i monitoraggi sull'infrastruttura sono avvenuti costantemente con cadenza trimestrale e che gli investimenti della società in sicurezza, manutenzione e potenziamento della rete sono stati superiori a 1 miliardo di euro l'anno.

Il crollo ha provocato l'interruzione del traffico ferroviario e autostradale.

È parzialmente crollato il ponte Morandi, su cui scorre il tratto terminale dell'A10, a Genova. Il primo cittadino ha proclamato per oggi e domani due giornate di lutto cittadino: "Si tratta di una tragedia terribile, ma Genova non è in ginocchio, la città sta reagendo". È la domanda che ora tutti gli italiani si fanno e che inevitabilmente rimbalza e mette punti interrogativi su tutte le grandi infrastrutture figlie di quell'ormai lontana stagione italiana.

Cos'è la "Gronda" e cosa c'entra?

Ma proseguiamo con la nota: "Le strutture tecniche preposte si sono avvalse, per valutare lo stato di manutenzione del viadotto e l'efficacia dei sistemi di controllo adottati, di società e istituti leader al mondo in testing e ispezioni sulla base delle migliori best practices internazionali". Stella Boccia, 24 anni, nata a Napoli ma residente in provincia di Arezzo, era in vacanza con il fidanzato Carlos Jesus Erazo Truillo, 27 anni.

In pratica, i veicoli che avevo appena superato, sono crollati insieme al ponte.

Altri nomi delle vittime di questa tragedia che ha colpito Genova sono: Axelle Nèmati Alizèe Plaze, 21 anni; Marta Danisi, 29 anni; Just Ruben Figueroa Carrasco, 68 anni; Elisa Bozzo, 33 anni; Marian Rosca, 36 anni; Leyla Nora Rivera Castillo, 47 anni; Francesco Bello, 41 anni; Marius Djerri, 28 anni; Luigi Matti Altadonna, 34 anni. Il progetto uscito dalla consultazione del 2009 prevedeva lo scavo di numerose gallerie e la costruzione di nuovi viadotti.

È la questione su cui si concentreranno le indagini nei prossimi giorni. C'era la famiglia piemontese, la cameriera toscana col fidanzato, la comitiva di ragazzi campani in viaggio per la Spagna. Il numero degli sfollati è salito a 632.

Esiste un pericolo per altri ponti? Quattro persone sono state estratte vive da sotto le macerie. Anche quest'ultimo ha perso la vita precipitando nel vuoto. "Il ponte - ribadisce il comando generale dei Vigili del Fuoco- è monitorato perché ci sono rischi". Il problema sarebbe nel modo in cui i ponti sono progettati e nella qualità dei materiali usati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.