Niccolò Bettarini mostra le cicatrici dell'aggressione

Share

Niccolò Bettarini mostra le cicatrici dell'aggressione

Niccolò Bettarini, il primogenito della celebre showgirl televisiva Simona Ventura e dell'ex calciatore Stefano Bettarini, è tornato alla ribalta della cronaca - dopo la terribile aggressione subita recentemente all'uscita da una nota discoteca milanese - per alcune sue dichiarazioni circa la sua vita ed i suoi impegni professionali.

Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini ha mostrato per la prima volta in modo chiaro le cicatrici dovute all'attacco che gli è stato sferrato da un gruppo di balordi davanti all' Old Fashion in una serie di scatti pubblicati sul suo profilo Instagram.

È un Niccolò Bettarini sereno ma anche molto sicuro e determinato quello che oggi vediamo sui social.

"Ribellarsi, ribellarsi e ribellarsi ancora, finché gli agnelli non diventeranno leoni".

"Ricorderò per sempre che in ambulanza, nella mia testa, ho improvvisamente iniziato a pensare: 'Non voglio morire così..."

Il 19enne, insomma, si sta riprendendo fisicamente e in una recente intervista rilasciata a DiPiù ha raccontato di come questa brutta esperienza l'abbia profondamente cambiato. Io non voglio morire così...' - ha dichiarato Bettarini Junior - E a quel pensiero ho dato voce. L'ho gridato ai medici.

Per il momento Niccolò si gode le vacanze al mare con la sua famiglia ed i suoi affetti più cari, con cui ha guardato l'ultima edizione del popolare dating show "Temptation Island" affermando che non fosse tutto vero, ma ora sono in tanti a domandarsi se sarà dello stesso avviso per la versione vip del programma che a settembre sarà condotto proprio dalla sua celebre mamma. Volevo che lo sapessero tutti, probabilmente volevo che il mio urlo arrivasse in Cielo e lo sentisse anche Dio. "Una coltellata è arrivata dritta vicino al fegato - ha proseguito il ragazzo - Una costola, spezzandosi, ne ha rallentato l'affondo". Desidera seguire le orme del padre nel mondo del calcio: "Se voglio diventare un grande calciatore, devo smetterla di fare la vita notturna. Farò di tutto per cercare di tornare a giocare al più presto nella mia squadra, la Triestina".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.