Morto Silvano "Nano" Campeggi, ha disegnato Hollywood con i suoi indimenticabili manifesti

Share

Morto Silvano

Tra i suoi cartelloni cinematografici più noti quelli di film storici come Casablanca, Cantando sotto la pioggia, Un americano a Parigi, West Side Story, La gatta sul tetto che scotta, Vincitori e vinti, Exodus e Colazione da Tiffany. "Addio Nano". Così il sindaco di Firenze Dario Nardella su twitter ha ricordato il pittore e cartellonista Silvano Campeggi dopo aver avuto notizia della sua scomparsa.

Campeggi era nato a Firenze nel 1923: era figlio di un tipografo e stampatore, si appassionò di grafica e studiò all'Istituto D'Arte di Porta Romana. Molte delle immagini da lui realizzate per i film più celebri sono diventate a loro volta leggendarie: basti pensare ai quattro cavalli bianchi su sfondo rosso di Ben Hur.

Autore delle locandine per le maggiori case di produzione cinematografiche di Hollywood (oltre che per la Mgm lavorò anche per Warner Brothers, Paramount, Universal, Columbia Pictures, United Artists, Twentieth Century Fox), diventò amico di tanti attori, su tutti Elisabeth Taylor, e 'fiuto´' in anticipo la fine dell'epoca d'oro del cinema.

Morto Silvano Campeggi, il pittore che realizzò le più famose locandine di Hollywood

Oltre che per le sue locandine, Campeggi è apprezzato per i suoi dipinti dedicati a Napoleone, all'Isola d'Elba, al calcio storico fiorentino e al Palio di Siena.

E proprio Palazzo Vecchio, sempre nei mesi scorsi, ha ospitato la sua ultima mostra, una retrospettiva intitolata "Tra Divi e Diavoli". Mentre dieci anni fa il Lincoln Center a New York gli dedicò l'esposizione "Maestro, do I need to get undressed?" in omaggio alla domanda maliziosa (scusi, ho molto caldo, le dispiace se mi spoglio?) che gli rivolse una giovanissima Marlyn Monroe - rimasta in mutande - poco prima di mettersi in posa per un ritratto.

È stato un immenso piacere e un onore aver collaborato con "Nano" in questi anni, un grande uomo che ci ha lasciato un'eredità importante, una traccia indelebile che porteremo sempre con noi.

Share


© . Tutti i diritti riservati.